Ottobre 17, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Romelu Lukaku lascia l’Italia per un breve viaggio di ritorno con la valigia vuota | UEFA Champions League 2021/2022

La Juventus ha vinto il confronto con il Chelsea, i campioni della Champions League. Romelu Lukaku e compagni non sono riusciti a decifrare la Juventus: 1-0.

Juventus – Chelsea in poche parole:

  • momento chiave: Il termine Blitzstart è stato creato per momenti come stasera allo Juventus Stadium. Dopo appena 10 secondi dall’inizio della ripresa, Chiesa porta in vantaggio la Juventus. Subito l’unico gol e quindi il vincitore della partita.
  • uomo partita: Federico Chiesa ha messo in moto la difesa del Chelsea. A metà del primo tempo ha sfiorato l’1-0, e nella ripresa gli sono bastati pochi secondi per segnare. Due tiri, un gol. Kiza eccelleva anche in efficienza con i suoi passaggi con non meno del 91 percento dei passaggi.
  • Speciale: Chelsea in terra italiana in Champions, non è una storia di successo. Per la quinta volta consecutiva, il due volte vincitore di CL cade nella scarpa. Questo è successo anche in precedenza contro Inter (nella stagione 2009-10), Napoli (2011-12), Juventus (2012-13) e Roma (2017-18).

Il possesso palla del Chelsea è la migliore occasione per la Juventus

Romelu Lukaku ha ricevuto subito un caloroso concerto dei tifosi bianconeri al suo ritorno in Italia. Non ha permesso al diavolo rosso di raggiungere il suo cuore. Il Chelsea ha iniziato bene la partita e dopo meno di 10 minuti Lukaku era già in grado di segnare su calcio d’angolo, Szczesny ha afferrato il pallone per due volte.

Il tono è stato dato subito, perché il Chelsea non ha più ceduto il comando. Per la Juventus a volte era correre dietro al pallone inafferrabile. Tuttavia, gli ospiti riescono a malapena a creare un pericolo in porta e Lukaku riesce a malapena a entrare nel gioco.

La Juventus, inoltre, è stata più volte pericolosa in contropiede. L’arguto Chiesa in particolare ha ferito il Chelsea. Dopo 20 minuti, l’italiano è riuscito a sfondare la palla dopo aver perso la palla contro il Chelsea in mezzo al campo. L’accelerazione era impressionante, ma mancava la caramella: Kiza mirava di poco in avanti da un angolo acuto.

È stato uno shock per il Chelsea, che aveva più del 70% di possesso palla. Tuttavia, il pericolo della Juventus è continuato, e Mendy ha visto un tiro lungo di Rabiot che non ha attraversato la sua linea. Dall’altra parte, Chezney rimase inerte.

La Juventus chiude tutto dopo l’inizio dell’attacco fulmineo

Chiunque sia tornato al proprio posto troppo tardi nel secondo tempo è rimasto scioccato e ha guardato il tabellone. Appena 10 secondi dopo, la Juventus è improvvisamente avanzata. Subito dopo il fischio d’inizio, i padroni di casa cercano profondità, Bernardeschi spara Chiesa e chiude ottimamente da angolo acuto e sotto pressione di Rudiger.

Doccia fredda per il Chelsea, mentre la Juventus perde fiducia. I padroni di casa hanno difeso il vantaggio con un coltello tra i denti e il Chelsea si è avvicinato a malapena a Chesney. Tuchel ha cercato di invertire la rotta sostituendo una tripla in senso orario, ma neanche questo è servito.

Al contrario, è stata la Juventus a sfiorare il secondo gol. Dopo un superbo cross di Rabiot, Cuadrado Bernardeschi ha presentato un’ottima occasione, ma il nazionale italiano l’ha lasciata.

Quindi, in teoria, è rimasto emozionante, ma in pratica non è stato come mangiarsi le unghie per i tifosi bianconeri. Quindici minuti dopo la fine, Lukaku riesce finalmente a farsi vedere, ma il suo colpo di testa è sbagliato. Nella fase finale aveva più possibilità di pareggiare. Su passaggio di Barkley si è allontanato da Bonucci, ma questa volta a lui Eruzione cutanea.

Tutto sommato, la Juventus ha resistito in casa con facilità. Nei supplementari il Chelsea può riprovare su corner. Questa volta si tratta di un’occasione di testa per Havertz, ma ha seguito le orme di Lukaku e non è stato in grado di portare la palla in area di rigore. La Juventus ne prende 6 su 6, e ora anche il Chelsea perde in Champions League dopo la sconfitta in campionato contro il Manchester City.

Chiesa: “Abbiamo mostrato carattere”

Federico Chiesa è stato il vincitore della partita della Juventus con il suo gol veloce subito dopo l’intervallo. “E’ stata una partita difficile. Anche stasera il Chelsea ha dimostrato di essere una grande squadra in Europa, una delle più forti per me”.

“Ma abbiamo mostrato carattere e siamo andati avanti. Abbiamo
Ha approfittato subito della prima occasione e alla fine ha messo a segno una meritata vittoria”.

“Siamo tutti dietro l’allenatore e vogliamo riportare la Juventus al suo posto, al top. Adesso abbiamo un derby importante contro il Torino e vogliamo vincere anche noi”.

  1. Il secondo tempo, il minuto 97. La fine. Dopo la sconfitta in campionato contro il Manchester City, il Chelsea perde anche in Champions League. La Juventus vince con il minimo scarto grazie al gol di Chiesa, appena 10 secondi dopo la fine del primo tempo. Per Lukaku è stato un leggero ritorno in Italia, e il Red Devil è apparso a malapena nel pezzo. .
  2. Il secondo tempo, al 96° minuto, la partita è finita
  3. Nel secondo tempo, al 96′, Havertz va di testa! Ancora una grande occasione per il Chelsea. Havertz colpisce di testa in angolo, ma non colpisce bene la palla. Il suo tentativo finisce in difficoltà, e per il Chelsea sembra finita. .
  4. Il secondo tempo, il minuto 91. Altri 5 minuti. La Juventus deve lottare per altri 5 minuti per mantenere i tre punti a Torino. Non c’è niente da criticare sulla mentalità della squadra di casa, resiste con le unghie e con i denti. .
  5. Cartellino giallo per Juan Cuadrado, giocatore della Juventus, nel secondo tempo, 89′
  6. Secondo tempo, minuto 88. Rigore. Dopo una punizione per il Chelsea, gli ospiti chiedono un rigore per le mani. Gil Manzano non ha commentato questo e un controllo di penalità VAR non ha portato a nulla per il Chelsea. .
  7. Secondo tempo, minuto 83. Lukaku sbaglia il pareggio. C’è finalmente una grande opportunità per Lukaku! Scappa bene da Bonucci, ma poi non porta la palla in porta. Il Red Devil raramente perde queste opportunità. & nbsp; .
  8. Secondo tempo, minuto 83. Sostituzione nella Juventus, Giorgio Chiellini dentro, Rodrigo Bentancur fuori.
  9. Secondo tempo, minuto 82. La Juventus sembra non volere così, la squadra di casa ammette di un centimetro. Il tempo stringe per il Chelsea. .
  10. Il secondo tempo, minuto 77. Applausi per Kiza. Applausi scroscianti per Kiza, la sua partita è finita. Sta a Kane completare l’ultimo quarto. .
  11. Secondo tempo, minuto 77. Sostituzione Juventus, dentro Moise Kean, fuori Federico Chiesa.
  12. Il secondo tempo, al 77′, una sostituzione nella Juventus, l’ingresso di Weston McKinney, l’uscita di Adrien Rabiot.
  13. Secondo tempo, 75′, colpo di testa di Lukaku senza cornice. Finalmente Lukaku può confermarsi. Il cross di Hudson-Odoi è su misura, ma Lukaku non riesce a inquadrare il suo colpo di testa. I tifosi bianconeri fischiano ancora una volta l’ex interista. .
  14. Il secondo tempo, il minuto 75. Sostituzione nel Chelsea, entra Ross Barkley e rimuove Andreas Christensen
  15. Secondo tempo, 69′.
  16. Secondo tempo, minuto 69. Stanotte Szczesny non è stato proprio messo alla prova. Il Chelsea porta pochissimo e la Juventus tiene facilmente il terreno. .
  17. Secondo tempo, minuto 66. Mentre Rudiger riceve ancora il cartellino giallo per protesta, Bernardeschi è fuori dalla Juventus. Kulusevsky è la sua alternativa. .
  18. Il secondo tempo, minuto 65. Sostituzione nella Juventus, entra Dejan Kulusevsky, entra Federico Bernardeschi.
  19. Cartellino giallo per Antonio Rudiger, giocatore del Chelsea, nel secondo tempo, 65′
READ  Il PSV perde 2-1 contro il Benfica ma può essere coraggioso da un buon secondo tempo | gli sport