Settembre 24, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Oltre il 54% della popolazione italiana prevede di viaggiare in estate

Uno studio diffuso dall’associazione alberghiera F சங்கdelberg questa domenica (25) ha rilevato che almeno 32,5 milioni di italiani, circa il 54,5% della popolazione – tra adulti (25,8 milioni) e minori (6,7 milioni), erano già in vacanza a giugno o tra Luglio e settembre Preparazione.
Gli italiani sembrano aver riacquistato fiducia nelle vacanze estive del 2021, rispetto all’estate del 2019 quando 34,6 milioni di cittadini sono andati in vacanza.
Secondo lo studio, soggiorna in Italia il 93,3% degli italiani che prendono o fanno le vacanze estive, per un totale di 30,1 milioni di persone. Il target preferito è la costa italiana, anche se leggermente inferiore rispetto allo scorso anno (77% vs 75%), seguita dall’altopiano (9,7%).
Il “sentimento” di riscatto non è stato tradizionalmente percepito come una meta turistica straniera nelle città d’arte e non solo. Nei primi mesi del 2021 il tasso di occupazione delle camere a Venezia, Roma e Firenze è diminuito di oltre il 70% rispetto al 2019.
La ripresa del movimento italiano nell’estate del 2021 è stata celebrata come “buona notizia” dal leader di Fedelberg Bernabeu Boca.
“Questo è un passo fondamentale che misura l’importanza della forma intensiva della campagna di vaccinazione del nostro governo. Poiché la percentuale di persone vaccinate sembra essere in aumento, la paura di nuove infezioni sembra diminuire rispetto allo scorso anno”, ha affermato.
Secondo Boki, “sono stati sviluppati recenti regolamenti sui pass verdi, tuttavia alcune incertezze potrebbero avere un impatto nel corso della stagione in corso”. “Si teme che anche i ristoranti dell’hotel per gli ospiti possano essere cancellati a causa di queste restrizioni impreviste sulla certificazione verde”.
Secondo il sondaggio, le entrate (comprese le spese di viaggio, cibo, alloggio e intrattenimento) raggiungeranno i 22,7 miliardi di euro, rispetto ai 14,3 miliardi di euro dello scorso anno.
“In tempi normali cercheremo il successo, ma purtroppo restano aperte molte più ferite nel nostro campo. Stiamo pagando più di altre le conseguenze dell’epidemia. Non dobbiamo dimenticare che sono già 6,7 nei primi 6 mesi dell’anno. . Miliardi di euro persi.”

READ  Sull'onda delle auto elettriche, Fiat importa una piccola 500e dall'Italia