Settembre 19, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Non vaccinato? Quindi il rischio di ricovero è doppio con la variabile delta | medico

Hai il doppio delle probabilità di essere ricoverato in ospedale con la variante delta rispetto alla variante alfa originale del coronavirus. Questa è la conclusione raggiunta dai ricercatori dell’Università di Cambridge e Public Health England dopo aver valutato oltre 40.000 infortuni in Inghilterra tra la fine di marzo e la fine di maggio 2021.




I risultati, pubblicati su The Lancet Infectious Diseases, affrontano i rischi per le persone non vaccinate. I dati non consentono conclusioni per individui completamente vaccinati.

Studi precedenti si sono concentrati principalmente sulla maggiore portabilità della variante delta. Sono state fatte poche ricerche sul rischio di sviluppare malattie gravi. Gli scienziati hanno utilizzato i risultati di decine di migliaia di test positivi assegnati a delta o alfa attraverso l’analisi genetica. Circa 9.000 sono stati attribuiti alla variante delta e circa 35.000 sono stati attribuiti alla variante alfa. Gli scienziati hanno confrontato questi dati con il numero di ricoveri ospedalieri.

Dopo aver aggiustato i dati per fattori come età e dati demografici, che in genere aumentano il rischio di malattie gravi, hanno scoperto che quelli con la variante delta avevano 2,26 volte più probabilità di morire entro due settimane dal test. All’ospedale.


Citazione

Ottenere una vaccinazione completa è fondamentale per ridurre il rischio di sviluppare sintomi di infezione.

Biostatistica Anne Brisanis (Università di Cambridge)

Vaccini molto efficaci

Degli oltre 40.000 casi studiati, solo l’1,8% era completamente vaccinato. I ricercatori interpretano questo come un’ulteriore conferma che i vaccini sono altamente efficaci.

Di quelli infetti, il 74% non era vaccinato e il 24% era solo parzialmente vaccinato. A causa dei dati limitati, i ricercatori non possono rilasciare dichiarazioni sull’aumento del rischio di malattie gravi nelle persone vaccinate.

“La nostra analisi mostra che senza la vaccinazione, un’epidemia delta rappresenterebbe un onere molto maggiore per il sistema sanitario rispetto a un’epidemia alfa”, ha affermato uno degli autori dello studio, la biostatistica Anne Brisanis (Università di Cambridge). “Avere una vaccinazione completa è fondamentale per ridurre il rischio di infezione sintomatica e ridurre il rischio di gravi infezioni delta e ospedalizzazione”.

prenotato

Uno dei punti deboli dello studio, secondo gli stessi autori, è che non hanno dati sulle precedenti malattie dei loro pazienti. È anche possibile che le regole di ricovero ospedaliero siano cambiate durante il periodo di prova. In ogni caso, i ricercatori hanno cercato di ridurre il più possibile questi fattori nei loro calcoli.

Leggi anche:

“Ultima chiamata: fai il tuo primo colpo corona prima del 10 settembre”

La protezione dai vaccini diminuisce nel tempo: perché questo non è un problema? (+)

intervistare. “I terzi colpi sono attualmente eticamente problematici”. (+)

READ  Sempre più destinazioni di viaggio rosse: quasi tutta la Francia...