Ottobre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Nessuna donna eletta alle elezioni parlamentari in Qatar…

Le elezioni parlamentari si sono svolte per la prima volta nell’Emirato del Qatar, sabato, ma nessuna donna è stata eletta. Era già chiaro che le elezioni non avrebbero portato cambiamenti.

Circa 300 persone sono state autorizzate a concorrere per 30 dei 45 seggi nel Consiglio della Shura. Secondo il ministero dell’Interno, i candidati maschi hanno vinto tutti e 30 i seggi ammissibili. Quindi nessuna delle 28 donne a cui è stato permesso di candidarsi per una carica è riuscita.

Finora, il principe aveva scelto lui stesso tutti i quarantacinque membri di quel corpo. I restanti 15 posti saranno assegnati direttamente dall’emiro Tamim bin Hamad Al Thani, che ha potere di veto su tutte le decisioni prese dal Consiglio della Shura. Non è noto quando verranno rese note le nomine.

I dati ufficiali mostrano che il tasso di partecipazione alle elezioni parlamentari è stato del 63,5 per cento. Questo è molto più alto rispetto alle elezioni comunali del 2019, quando meno di un elettore su dieci ha votato.

Diritti delle donne

In Qatar, gli uomini hanno la custodia delle loro mogli. Una donna ha bisogno del permesso di un uomo per sposarsi o viaggiare. Di recente, le donne possono ottenere autonomamente la patente di guida. L’emirato ha un ministro donna, Hanan Muhammad al-Kuwari. È responsabile della sanità pubblica.

La maggior parte dei 2,5 milioni di residenti del Qatar sono stranieri e non possono votare. Dei 330.000 qatarini, solo i discendenti dei qatarini che risiedevano già nel paese nel 1930 possono votare o candidarsi. Per dimostrarlo, i candidati devono poter fare riferimento a documenti risalenti all’epoca in cui il Qatar era sotto la protezione britannica.

READ  Festival della corrida annullato dopo che i tori sono stati chiamati "Feminista" e "Nigeriano"