Settembre 24, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Biden difende la sua partenza dall’Afghanistan: “Trump costretto…

È tempo di porre fine alla “guerra più lunga di sempre” che da tempo ha cessato di servire gli interessi vitali degli americani. Lo ha affermato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden in un discorso in cui ha difeso il ritiro degli Stati Uniti dall’Afghanistan martedì. Con l’accordo dell’amministrazione Donald Trump, i talebani sono stati al loro massimo dal 2001 e gli americani ora devono scegliere tra “uscita” o “escalation”, secondo Biden.

“La scorsa notte a Kabul, gli Stati Uniti hanno posto fine alla guerra ventennale in Afghanistan. La guerra più lunga nella storia degli Stati Uniti”. Ha descritto la missione di evacuazione come un “successo straordinario”. “Abbiamo evacuato più di 120.000 americani e stranieri dall’Afghanistan, che è più del doppio di quello che secondo gli esperti era possibile”.

Biden ha espresso la sua gratitudine a tutti coloro che hanno reso possibile l’evacuazione e hanno rischiato la vita per questo. “Lo hanno fatto sapendo che i terroristi dell’Isis Khorasan, gli strenui nemici dei talebani, erano in agguato tra la folla”. Ha detto che l’eterna gratitudine è dovuta ai tredici “eroi” che sono morti.

“Pronto”

Biden ha ammesso che i talebani stavano avanzando molto più velocemente del previsto. “Ad aprile, ho preso la decisione di porre fine a questa guerra”, ha detto Biden. Come parte di tale decisione, abbiamo fissato il 31 agosto come data per il ritiro delle forze statunitensi. Il presupposto era che le oltre 300.000 forze di sicurezza nazionali afgane, che abbiamo addestrato e armato negli ultimi due decenni, sarebbero state un formidabile oppositore nelle loro guerre civili con i talebani».

“Questa supposizione che il governo afghano sarebbe stato in grado di resistere per un po’ dopo il ritiro militare si è rivelata imprecisa”. Ma Biden ha detto di aver incaricato la squadra di sicurezza nazionale di prepararsi per qualsiasi risultato, incluso questo. “Abbiamo finito”, poiché il paese è caduto nelle mani dei talebani alla velocità della luce e “ha aumentato drasticamente i rischi per il nostro personale e i nostri alleati”. La missione di evacuazione è stata preparata e progettata per resistere a una pressione tremenda e può essere eseguita sotto attacco.

READ  N-VA chiede al Belgio di stare lontano dalle conferenze contro il razzismo...

Biden ha affermato di aver guadagnato più tempo per consentire alle persone di lasciare il paese modificando la data di partenza dagli Stati Uniti dal 1 maggio al 31 agosto. Perché non ha iniziato prima la missione di evacuazione? Biden ha detto che non sarebbe andato più liscio se fosse iniziato a giugno o luglio, “nel bel mezzo di una guerra civile”. C’era ancora una corsa all’aeroporto, una rottura della fiducia e del controllo del governo, e rimarrà un compito molto difficile e pericoloso. Non c’è evacuazione di fine guerra che puoi fare senza le complessità, le sfide e le minacce che abbiamo affrontato. Nemmeno uno.”

Secondo Biden, gli americani in Afghanistan sono stati contattati 19 volte da marzo con avvertimenti e offerte per aiutarli a partire. Quando è iniziata la missione di evacuazione, sono state identificate altre 5.000 persone che prima non volevano partire, ma ora vogliono andarsene. “Il 98 per cento degli americani che volevano lasciare l’Afghanistan lo ha fatto”.

Foto: AP

‘Partire per salvare vite’

Biden ha detto che non c’era una scadenza per l’evacuazione dei restanti americani – “da cento a duecento, la maggior parte dei quali sono cittadini con doppia cittadinanza e residenti da lungo tempo in Afghanistan”. “Rimaniamo impegnati a farli uscire di lì, se lo desiderano”. Proprio come gli afghani sono in pericolo. Gli Stati Uniti e più di 100 altri paesi onoreranno la promessa dei talebani di consentire alle persone di partire in sicurezza. Biden ha detto che hanno “leve” per questo.

Il presidente ha sottolineato che la decisione di porre fine alla missione di evacuazione militare è arrivata sulla base delle raccomandazioni unanimi dei suoi consiglieri militari e civili. Secondo loro, il modo più sicuro per far uscire dal Paese gli ultimi americani e alleati non era con migliaia di soldati a rischio a Kabul, ma con mezzi non militari.

“Voglio essere chiaro: la partenza del 31 agosto non è stata una data arbitraria, è stata impostata per salvare vite americane”, ha detto Biden.

La porta di Donald Trump

Biden difende l'abbandono dell'Afghanistan:
Foto: AFP

La sua spiegazione includeva un riferimento a Donald Trump: “Il mio predecessore, l’ex presidente, ha firmato un accordo con i talebani per il ritiro delle forze americane entro il 1 maggio, pochi mesi dopo il mio giuramento. Ciò non includeva la richiesta dei talebani di una forma cooperativa. di governo con il governo afghano, ma ha permesso il rilascio di 5.000 prigionieri l’anno scorso, inclusi alcuni dei principali signori della guerra dei talebani e quelli che hanno preso il controllo dell’Afghanistan. Quando sono diventato presidente, i talebani erano nella loro armata più forte posizione dal 2001, con quasi la metà del paese sotto il loro controllo o in lotta per essa.”

READ  Uragano Henry a New York: il governatore dichiara lo stato di emergenza

L’accordo della precedente amministrazione diceva che se avessimo rispettato la scadenza per la partenza del 1 maggio, i talebani non avrebbero attaccato le forze statunitensi, ma se fossimo rimasti, tutte le scommesse sarebbero state annullate. Quindi ci siamo trovati di fronte a una decisione semplice: o manteniamo la promessa della precedente amministrazione e lasciamo l’Afghanistan, o diciamo che non siamo partiti e dispieghiamo decine di migliaia di truppe per tornare in guerra. Questa era la vera scelta: tra andarsene o intensificare. Non avevo intenzione di prolungare questa guerra eterna, e non avevo intenzione di prolungare questa eterna partenza”.

Comunque, continuare a fare quello che stanno facendo non era un’opzione. “tutto è cambiato. Il mio predecessore ha fatto un patto con i talebani. Quando sono diventato presidente, abbiamo dovuto affrontare una scadenza. L’attacco dei talebani stava arrivando”.

“la scelta giusta”

Biden ha insistito nel suo discorso che porre fine alla guerra ora era la scelta giusta. “Mi sono rifiutato di continuare una guerra che non serve più l’interesse nazionale vitale del nostro popolo”. Che i talebani siano al potere in Afghanistan non ha alcuna importanza per gli Stati Uniti. Secondo Biden, l’unico interesse nazionale vitale era garantire che l’Afghanistan non potesse mai più essere utilizzato per lanciare un attacco agli Stati Uniti.

Ha notato che la presenza degli Stati Uniti in Afghanistan è stata il risultato degli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001. Gli obiettivi fissati a quel tempo sono stati raggiunti da tempo. Abbiamo reso giustizia a bin Laden per più di un decennio. “Al Qaeda è stata eliminata”, ha detto Biden. Ha notato che gli americani non avrebbero invaso l’Afghanistan, anche se i talebani fossero stati al potere lì, se non fosse stato per bin Laden e Al Qaeda. Siamo riusciti in quello che abbiamo iniziato a fare in Afghanistan dieci anni fa. Poi siamo rimasti per un altro decennio. È ora di porre fine a questa guerra”.

READ  Uno studio internazionale collega le forti piogge di luglio ai cambiamenti climatici | ambiente
Biden difende l'abbandono dell'Afghanistan:
Foto: EPA-EFE

Non credo che la sicurezza dell’America sia rafforzata dallo spiegamento di migliaia di soldati e dalla spesa di miliardi in Afghanistan. Si dovrebbe invece puntare sulla lotta al terrorismo che ormai si è diffuso in tutto il mondo, senza bisogno di “scarpe sul pavimento“Necessità. Questo è possibile con attacchi aerei come questa settimana su ISIS-K. “

“Cambia mentalità”

Questa risoluzione sull’Afghanistan non riguarda solo l’Afghanistan. Si tratta di porre fine a un’era di grandi operazioni militari per riformare altri paesi”. La missione antiterrorismo in Afghanistan si è trasformata in una missione di costruzione della nazione, poiché ha cercato senza successo di unire il paese in una democrazia. E questo è sbagliato, afferma Biden Gli Stati Uniti devono liberarsi di quella mentalità per concentrarsi sulla sicurezza del proprio Paese.

Biden ha sottolineato che continueremo a combattere i terroristi e continueremo ad aiutare il popolo afghano, ma d’ora in poi ciò sarà fatto in modi diversi. Ad esempio, saranno compiuti sforzi per promuovere i diritti umani attraverso i canali diplomatici.

Miei concittadini americani, la guerra in Afghanistan è finita. Sono il quarto presidente ad affrontare la questione se e quando questa guerra deve finire. Quando mi sono candidato alla presidenza, ho promesso al popolo americano di porre fine a questa guerra. “Oggi ho mantenuto quella promessa”, ha detto Biden. È ora di essere di nuovo onesti con il popolo americano. Non abbiamo più un obiettivo chiaro per una missione aperta in Afghanistan. Dopo vent’anni di guerra in Afghanistan, mi rifiuto di inviare un’altra generazione di figli e figlie americani a combattere una guerra che sarebbe dovuta finire molto tempo fa”.