Settembre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Il successo di Intermarché-WG: “All’inizio eravamo esausti” | Ciclismo

Con la sua vittoria di tappa e la maglia di capitano, la Vuelta di Intermarché-Wanty-Gobert era già un successo 3 giorni dopo. Ma perché una delle squadre più grigie di quest’anno sta dando più colore ai big match? “Ci sono convenzioni migliori e possiamo allenarci in modo più specifico”, afferma il pilota Peter Vansbroek.

“Scommettevamo su 3 cavalli, ora su un leader”

Ha messo Taco van der Horn al Giro e Rein Taaramäe alla Vuelta Intermarché-Wanty-Gobert con una vittoria graduale nei Grandi Giri.

Il volenteroso ciclista Pieter Vanspeybrouck spiega: “In realtà, questo doveva essere un anno di transizione. L’anno scorso abbiamo appreso tardi che ci saremmo uniti al WorldTour, quindi non siamo stati in grado di attrarre molti nuovi ciclisti”.

Tuttavia, la squadra belga segna meglio del previsto. Qual è la differenza con gli anni precedenti? “Ora corriamo di più in squadre. In passato dovevamo raccogliere più punti possibili per iniziare le gare del WorldTour. Di conseguenza, spesso scommettiamo 3 cavalli per ottenere punti”.

“Quest’anno giochiamo spesso come un pilota. Un giorno cavalchiamo quel pilota, il giorno dopo un altro pilota. Non è più necessario finire il più in alto possibile con 3 piloti ora che abbiamo il team WorldTour. Adesso stiamo guidando per vincere di più”.

La suddivisione dei ruoli è stata meglio definita da quest’anno. “Ci sono convenzioni migliori”, afferma Vanspirock. “So fin dall’inizio che dovrò lavorare e non ho alcun problema con questo. Grazie a questi accordi migliori, ci siamo anche confrontati di più”.

Da ieri Rein Taaramäe è leader alla Vuelta.

“Aike Visbeek è una caratteristica eccezionale”

Intermarché-Wanty-Gobert era meno professionale? “Puoi metterla così”, dice Vanspeybrouck, “ma devi anche discutere con quello che hai. Prima avevamo molto meno budget”.

“Grazie al nostro budget aumentato, quest’anno siamo riusciti a nominare Aike Visbeek Direttore delle prestazioni. È una risorsa molto grande”.

“Visbeek assicura, tra l’altro, che le scelte siano più equilibrate. In passato venivano redatti i primi 8 piloti, dovevi sempre metterti alla prova per ottenere un posto nella selezione”.

“Da quando Visbeek è arrivato, abbiamo lavorato con un piano annuale e puoi allenarti in modo più specifico”.

“Rein (Taaramäe), ad esempio, sapeva mesi fa che sarebbe andato alla Vuelta. Questo gli ha permesso di riposarsi un po’ dopo il Giro e di andare a un corso di allenamento in quota. All’inizio della gara ci sentivamo stanchi”.

Ma non si tratta solo di pianificazione annuale e formazione più mirata. “Ci teniamo di più alla nostra alimentazione. Facciamo test in bici e test in pista. Tutti questi dettagli fanno la differenza”.

Da quest'anno Aike Visbeek è il direttore della performance di Intermarché-Wanty-Gobert.

Da quest’anno Aike Visbeek è il direttore della performance di Intermarché-Wanty-Gobert.

“Brutto tour a causa della mancanza di una buona preparazione”

A differenza di Giroud e Vuelta, il tour è stato una delusione per Intermarché-Wanty-Gobert.

Cosa è andato storto dopo? “C’era una preselezione di 12 passeggeri. Ma a causa di Corona abbiamo dovuto lasciare il Tour of Switzerland in anticipo. Di conseguenza, ci è voluto un po’ più di tempo prima che il nostro team del Tour finale fosse conosciuto”.

“Penso che anche alcuni dei piloti non si siano preparati al meglio per il Tour. Ma nell’ultima settimana la squadra ha fatto davvero bene”, conclude Vansbroek.

READ  Senza Ronaldo, lo United non riuscirà in Coppa di Lega, Tottenham e Chelsea tremano | Coppa Carabao 2021/2022