Ottobre 17, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Il Club Brugge stupisce ancora in Champions League, ora con la vittoria a Lipsia | UEFA Champions League 2021/2022

Il Club Brugge ha anche mostrato il suo biglietto da visita in Europa nella seconda partita del girone in Champions League. Nel primo tempo schiacciante, il Lipsia ha recuperato rapidamente il suo svantaggio per 1-0. Nella ripresa hanno lottato duramente per assicurarsi la vittoria. Così, il club è in testa al Gruppo A insieme al Paris Saint-Germain.

Lipsia – Club Brugge in poche parole:

  • momento chiave: Poco prima della fine del primo tempo, una squadra impressionante ha completato il Rimonte dopo il gol iniziale contro di lui. Vanaken restituisce il passaggio di Mata al Rits, che dà a Klopp un meritato vantaggio con il suo primo gol in CL.
  • uomo partita: Charles De Ketelaere ha consegnato ancora una volta il suo biglietto da visita, ma la stella del Club è stata ancora una volta Hans Vanaken. Proprio come affrontando il Paris Saint-Germain, ha trovato la sua strada in porta con l’importante pareggio. Ha anche aiutato 1-2.
  • Speciale: Hans Vanaken è il primo giocatore belga a segnare in quattro partite consecutive di Champions League. Alla fine dello scorso anno, ha segnato un gol contro Zenit San Pietroburgo e Lazio nella fase a gironi ed è stato in grado di segnare ancora contro Paris Saint-Germain e Lipsia.

Forte rivincita dal grande club dopo il sacrificio anticipato

Partire con una nota falsa ed entrare alla fine del primo tempo con un meritato vantaggio. È stato sicuramente impressionante quello che il Club Brugge ha mostrato alla Red Bull Arena nel primo tempo. Il Lipsia non sapeva cosa stava passando.

Questa falsa nota è arrivata 5 minuti dopo quando Forsberg ha portato Nkunko da solo a guidare Mignolet e l’attaccante ha segnato il suo quarto gol in due partite di Serie A. Il club ha riacquistato qualche speranza quando la bandierina è stata segnalata per fuorigioco, ma il controllo del VAR è stato coerente: 1-0 per il Lipsia.

Club non si è preoccupato dopo quella doccia gelata. De Ketelaere ha segnato di nuovo alto con un affondo dopo l’altro. Dieci minuti dopo riesce a portare bene la palla dalla linea di fondo a Vanaken, ma spara subito per Goulashi.

Più di dieci minuti dopo, il brillante De Ketelaere ancora una volta scatena una brillante azione sulla fascia sinistra. Ancora una volta, Vanaken è stato il punto di gioco e questa volta è stato colpito, ma proprio come con l’1-0, anche la bandiera è stata segnalata come fuorigioco. Ancora una volta il VAR ha dovuto dare una risposta definitiva e questa volta il controllo-gol ha funzionato bene per il club: 1-1.

Il Lipsia si è riempito di un club che ha coronato l’azione poco prima dell’intervallo. Con un po’ di fortuna, Vanaken ha restituito un passaggio di Mata ai separati Reets, che ha mantenuto la calma sotto porta e ha dato a Klopp un meritato vantaggio.

Il Lipsia immaturo non può sconvolgere il club

Dopo la pausa, abbiamo avuto un’immagine diversa, Lipsia che afferra la palla. Ma i tedeschi non hanno potuto fare molto, Klopp ha tenuto duro. Quando si è fatto caldo dopo un pericoloso cross del subentrato Gvardiol, Sobol ha fatto un’ottima rimonta.

Il Lipsia non è riuscito a mettere alla prova Mignolet. Il Red Devil non avrebbe dovuto fare molto di più che raccogliere qualche cross dall’aria. Il club stesso è uscito con difficoltà. 20 minuti prima della fine Lang è riuscito a fuggire. Testa a testa con Gulacsi, chiude in maniera controllata, ma il suo gol è annullato per fuorigioco e questa volta è rimasto così.

Solo nell’ultima fase Mignolet ha dovuto distinguersi quando Nkunko è apparso da solo. L’attaccante voleva lanciare la palla sopra il portiere, ma lo ha mancato. Poi Nkunko è caduto su Mignolet e ha chiesto un rigore, ma l’arbitro Vinczyk non ha risposto.

Alla fine dei tempi regolamentari, Mata ha reso il tutto ancora più emozionante perdendo palla a Silva. Ha provato a sostituire da un angolo acuto, ma Mignolet non ha battuto ciglio. Il Lipsia non può più ammonire il club nei tempi supplementari. Il vicecampione tedesco ha 0 su 6, e il club è colpito da un calcio di rigore 4 su 6.

“Chi si aspettava questo pensava che fosse pazzo”

Hans Vanaken è stato ancora una volta il protagonista del Club Brugge. Ha eguagliato la precedente Scarpa d’Oro e ha dato a Reets il gol della vittoria. “È una bella sensazione. Chi l’avesse previsto nel sorteggio sarebbe stato considerato un matto. Andiamo ogni volta con la fiducia delle nostre possibilità. Facciamo il nostro gioco e non abbiamo paura. Poi molto è possibile, anche contro il squadre di vertice”.

“Abbiamo sofferto nel secondo tempo, ma è anche importante soffrire insieme. Non abbiamo rinunciato a molte occasioni. Questo è un grande risultato”.

“Siamo riusciti a mettere pressione sulla loro difesa e loro non hanno potuto giocare il loro testa a testa. Abbiamo trovato lo spazio dietro la loro difesa, ci sono state occasioni. Nel secondo tempo abbiamo giocato un po’ di calcio per ottenere fuori dalla pressione”.

Dopo due giorni di partite, il club brilla con il punteggio di 4 su 6. “Difficile iniziare a contare adesso. Siamo riusciti a far male a PSG e RB Lipsia. L’obiettivo ora dovrebbe essere quello di fare lo stesso nel doppio confronto con Manchester City.”

Guarda gli obiettivi del Club Brugge:

  1. Il secondo tempo, il minuto 96. La fine. Dopo il pareggio contro il Paris Saint-Germain, Klopp escogita un nuovo trucco in Champions League. Ha vinto 1-2 a Lipsia grazie alle reti di Vanaken e Ritz e ha vinto il girone dopo il Paris Saint-Germain. .
  2. Il secondo tempo, al 96° minuto, la partita è finita
  3. Cartellino giallo per Simon Mignolet dal Club Brugge nel secondo tempo, 96′
  4. Secondo tempo, minuto 92. I tifosi del Bruges al seguito esultano e saltano sugli spalti. I tre punti si avvicinano sempre di più. Il Lipsia sembra arrendersi. .
  5. Il secondo tempo, il minuto 91. Altri 5 minuti. La tensione è aumentata alla Red Bull Arena. Il club deve vivere altri 5 minuti. .
  6. Nel secondo tempo, al 90′, Lang riesce a sfondare ancora nel cambio. Taglia il suo attaccante e ci prova con un low kick dal limite dei sedici. Il suo tiro manca di potenza e Gulacsi non ha problemi. .
  7. Mignolet resiste! Un’altra occasione per il Lipsia. Mata permette a Silva di rubare la palla. Ci prova da angolo acuto, ma Mignolet ha pronto una grande parata. . Secondo tempo, 89′.
  8. Il secondo tempo, minuto 89. Jesse Marsh è impegnato a bordo campo. Peccato per l’allenatore del Lipsia. La sua squadra sta andando a 0 su 6.
  9. Secondo tempo, minuto 87. Giallo per Ballanta. Abbiamo dovuto aspettare molto perché questo fosse il primo cartellino giallo della partita. È per Balanta. .
  10. Cartellino giallo per Edir Ballanta dal Club Brugge nel secondo tempo, 87′
  11. Il secondo tempo, minuto 83. Clemente è preoccupato, perché il club riceve un’altra punizione. La palla è ancora alla fine dei sedici. Forsberg ci prova tutto in una volta, ma non mette la palla nell’inquadratura. .
  12. Il secondo tempo, minuto 81. Il tempo per il Lipsia sta gradualmente scadendo. Il club si sta avvicinando sempre di più alla vittoria in trasferta, 4 su 6.
  13. Secondo tempo, minuto 79. Sostituzione Club Brugge, Federico Rica dentro ed Eduard Sobol fuori
  14. Il secondo tempo, il minuto 79. Sostituzione nel Club Brugge, entra Rod Former, fuori Mats Rits
  15. Il secondo tempo, il minuto 79. L’ex può completare la fase finale. Doppio interruttore in Club. Vormer è autorizzato a partecipare di nuovo al ballo del torneo e anche Ricca viene inserita nella squadra. Zipper e Sobol vengono portati di lato. .
  16. Il secondo tempo, minuto 78. Sostituzione a Lipsia, dentro Tyler Adams, fuori Mehmet Simakan.
  17. Il secondo tempo, minuto 78. Sostituzione a Lipsia, dentro Brian Proby, fuori Joseph Poulsen.
  18. Secondo tempo, minuto 77. Nessuna penalità. Nkunko viene portato a Mignolet da solo. Vuole toccare il pallone sopra il portiere, ma Mignolet è dietro l’angolo. Poi Nkunko cade sul portiere. Vincic non vede alcun motivo in questo e il VAR lo sta seguendo. .
  19. Secondo tempo, 76° minuto.
  20. Il secondo tempo, minuto 74. Poulsen non può minacciare Mignolet. Poulsen fece una breve guerra a sedici anni. Ha tagliato bene alla sua sinistra, ma il suo tiro ha deviato verso Sobol e così è diventato facile prendere Mignolet. .
READ  Genk incontra West Ham e Dinamo Zagabria, Anversa deve andare a Olympiacos e Francoforte in Europa League - Genk in Conference League contro Partizan e Flora Tallinn | 2 su 3 per le squadre belghe in Europa