Settembre 24, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

È morto l’attaccante tedesco Gerd Muller Bundesliga

La Germania piange Gerd Muller, uno degli attaccanti più produttivi ed efficienti della storia del calcio. Sia con il Bayern Monaco che con la Germania Ovest, ha vinto più titoli di quanti chiunque possa sognare. Mueller soffriva del morbo di Alzheimer da diversi anni.

“Cosa dovrei fare con questa piccola persona grassa?”

Gerd Muller ha firmato con il Bayern Monaco nel 1964, aveva 18 anni. Credeva che avrebbe avuto più opportunità di giocare al Bayern Monaco rispetto al Monaco 1860, che ha anche mostrato interesse.

Sembra sciocco ora, ma allora il Bayern Monaco ha giocato nella Regionalliga Süd, mentre il Monaco 1860 ha giocato una serie più alta in Bundesliga.

Al Bayern, l’allenatore Kajkowski non ha avuto un buon occhio per il nuovo attaccante con le sue gambe straordinariamente corte. “Cosa devo fare con questo grassone?” chiese. “È come sollevare pesi.”

All’inizio, Muller ha praticamente tenuto la panchina al caldo, ma una volta che è stato ammesso in campo, non c’è stato nulla che lo fermasse.

Tutto del Bayern è merito di Gerd Muller.

Franz Beckenbauer

Più di 1200 gol

Con Muller, il capitano Beckenbauer, Breitner e Hoeness e il portiere Mayer, l’allenatore Udo Lattik ha formato la migliore squadra d’Europa. Muller era presente quando il Bayern ha vinto la sua prima Coppa dei Campioni, la precedente Champions League, per tre anni di fila. Nel 1974 ha segnato due gol nella finale contro l’Atlético Madrid. Ha anche segnato un gol nella finale contro il Leeds l’anno successivo.

Muller era anche una macchina da gol nella sua stessa competizione. In totale, ha segnato più di 1.200 gol per il Bayern in 15 anni. 7 volte è stato il capocannoniere del campionato tedesco. Il Bayern Monaco ha assegnato 4 titoli, secondo l’icona Franz Beckenbauer in gran parte a causa dell’attaccante spietato: “Tutto ciò che è diventato per il Bayern, è dovuto a Gerd Muller”.

Muller ha segnato alcuni grandi gol, ma è stato clinicamente efficace. Il verbo tedesco “müllern” prende il nome da lui. Significa qualcosa come sentire la palla in porta.

Müller

Muller ha segnato alcuni grandi gol, ma è stato clinicamente efficace.

Il bombardiere della nazione

Muller ha ottenuto il suo primato internazionale alla Coppa del Mondo del 1970. Sebbene Pelé abbia rubato la scena con il Brasile ed è diventato campione del mondo, nessuno ha perso l’efficienza di Muller. In Messico è diventato il capocannoniere del torneo con 10 gol. Nasce “Der Bomber der Nation”.

Nel 1972 seguì quel primo titolo con la nazionale. La Germania Ovest è diventata campione d’Europa. All’Heysel i tedeschi sconfissero l’Unione Sovietica 3-0, con quasi due reti di Muller. In semifinale ne aveva già vinte 2 contro i Red Devils.

Müller

Müller (al centro) è diventato campione europeo nel 1972 e campione del mondo con la Germania Ovest nel 1974.

“Il calciatore più importante della storia tedesca”

Muller ha celebrato il titolo definitivo nel suo paese, quando ha segnato il gol della vittoria nella finale della Coppa del Mondo. Di conseguenza, l’Olanda ha subito il più grande shock calcistico di sempre.

Sorprendentemente, Mueller si ritirò come nazionale subito dopo. Ha poi segnato 68 gol in 62 partite internazionali. Aveva solo 28 anni. Per Jupp Heynckes, con il quale ha anche giocato, è stato “il calciatore più importante della storia tedesca”.

Dopo la sua carriera, è diventato dipendente dall’alcol, ma con l’aiuto dei suoi amici del Bayern Monaco ha superato il suo problema. Nel 2013 è successo qualcosa di strano. È scomparso in un campo di addestramento a Trento, in Italia. Poi è stato trovato confuso.

Due anni dopo era chiaro cosa stava succedendo. Mueller aveva il morbo di Alzheimer. Soffriva lentamente in una casa di cura. Aveva 75 anni.

Müller

Nel 2015, a Mueller è stato diagnosticato il morbo di Alzheimer.

Gerd Muller Steckert

Ragazzo: 3 novembre 1945
Deceduto: 15 agosto 2021
soprannome: Il bombardiere della nazione

gruppi:

1963-1964 TSV 1861 Nördlingen (Dui)
1964-1979 Bayern Monaco (bang)
1979-1981 Fort Lauderdale Strikers (VS)

1966-1974 Germania Ovest (62 presenze / 68 gol)

Palmari:

– 4 volte campione tedesco
4 volte la Coppa di Germania vinta
– 3x Coppa dei Campioni per Campioni Nazionali
– 1x Coppa delle Coppe Europee
Campione Europeo nel 1972
Campione del mondo 1974
– Pallone d’Oro (1970)
– 7 volte capocannoniere della Germania
365 gol in 427 partite di Bundesliga (un record)
– 1.319 gol in 1.060 partite per Bayern e Germania insieme

READ  Paul Gissens si oppone alla costruzione di un nuovo stadio per il Club Brugge | Calcio 24