Ottobre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

De Kauer sul Mondiale: “Tatticamente do 5 su 10 ai belgi, anche l’allenatore della nazionale” | campionato del mondo di ciclismo

Il Belgio non è stato in grado di raccogliere medaglie durante le gare su strada dei campionati mondiali di ciclismo nel suo paese. Jose de Coeur nota che dopotutto c’era un po’ di arroganza nel campo belga. “Abbiamo portato avanti la gara in modo molto, molto sicuro, in ogni classe”, afferma l’analista di bici di De Afspraak.

Da junior a elite: ovunque abbiamo visto le maglie blu belghe in testa alla gara, ma non hanno fruttato una medaglia. I belgi non se la sono cavata bene?

“Abbiamo commesso un grosso errore: siamo stati guidati dall’entusiasmo che c’era prima della Coppa del Mondo. Di conseguenza, abbiamo portato avanti la gara con grande sicurezza, in ogni categoria”, afferma Jose de Coeur.

“Sono più un tipo da teoria del piatto: prima mangia il piatto del tuo avversario e poi inizia il tuo piatto. E assicurati che l’avversario non tocchi il tuo piatto. Ma non l’hanno mai fatto.”

Se puoi vincere solo quando sei il migliore, non vincerai molto. Anche la corsa è una tattica.

José de Quere

Domenica i belgi hanno puntato tutto su Wout van Aert. “Sopravvalutare un solo capitano è come dire ai Red Devils che solo Romelu Lukaku può segnare un gol, nessun altro”.

“Quindi è molto facile dominare la competizione, perché a nessun altro è permesso segnare. Questa era la storia ora. Se inizi così, devi fare un percorso difficile sulla tua strada. E quando devi cambiare tattica, hai già mangiato alcuni dei tuoi passeggeri e non puoi tornare indietro”.

“Se inizi con una sola tattica, non puoi chiedere un’altra tattica lungo la strada. E se puoi vincere solo quando sei il migliore, non vincerai molto. Anche la corsa è una tattica e i francesi hanno mangiato la nostra piatto.”

“Sul piano tattico do 5 su 10 e anche il tecnico della nazionale”

A Vive le Vélo, l’allenatore della nazionale Sven Vanthourenhout ha regalato la Coppa del Mondo ai belgi 7 su 10. “In termini di scommesse 7 su 10”, ha risposto José De Cauwer.

“Si sono lanciati tutti in modo incredibile, ma le gare non si vince così. Bisogna pensare, guarda, si usa la competizione. Eravamo molto emozionati. A livello tattico, do 5 su 10 ai belgi, lo stesso nazionale allenatore.”

“Prendi quella pausa con noi tre, con Cosnefroy, Cort ed Evenepoel. E i belgi stanno guidando dietro di lei. Non era necessario per niente. Lascia che Remco guidi qualcosa, di riserva.”

Abbiamo iniziato male con un solo attaccante. Non era proprio in orario.

José de Quere

“Anche Remko Evenpoel era sotto pressione così tanto che voleva esibirsi molto bene. Questo è il pericolo della Coppa del Mondo nel suo paese, con tutti questi titoli sui giornali. C’è stato un dibattito sul fatto che gli fosse permesso di guidare. Lui ha fatto di tutto per fare punti. E ora ce l’ha”.

“Entrambe le Fiandre sono andate d’accordo con la storia di Wout van Aert, ma ci siamo fatti un po’ avanti. La visione tattica delle corse è molto importante, ma spesso sottoesposta”.

“Quando Wout van Aert ha dovuto sedersi con l’attacco di Julian Alaphilippe, il segnale sarebbe dovuto arrivare molto tempo fa che non era abbastanza bravo. Ma il problema è che hai già esaurito metà della tua squadra lì. Abbiamo iniziato male, con un solo attaccante. Era davvero puntuale”.

READ  C'è di nuovo Triple: il francese gioca la prima partita in quasi cinque mesi con le promesse dell'Anderlecht | gli sport