Ottobre 19, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Una grande simulazione che mostra cosa potrebbe essere Anversa… (Anversa)

La ricerca è stata condotta in collaborazione con ricercatori della rinomata Princeton University negli Stati Uniti e del Potsdam Institute for Climate Impact Research in Germania. Ciò ha portato a straordinarie simulazioni visive di ciò che accadrebbe se la temperatura del pianeta salisse a 1,5 gradi, tre gradi o anche quattro gradi Celsius sopra i livelli preindustriali.

In impressionanti immagini di simulazione, mostrano quale sarebbe l’impatto dell’innalzamento del livello del mare senza misure. Anversa è mostrata vicino alla cattedrale e al Grote Markt. Nel peggiore dei casi, puoi vedere come quasi l’intero centro della città sia stato allagato.

Sposta il carattere per visualizzare la simulazione di Anversa (o in un formato più grande tramite questo link):

Gli scienziati del clima hanno riferito ad agosto che il mondo era già circa 1,2 gradi Celsius più caldo rispetto ai livelli preindustriali. A loro avviso, l’aumento dovrebbe rimanere al di sotto del grado e mezzo, soglia critica per evitare gli effetti peggiori della crisi climatica.

Ma anche nello scenario più ottimistico, in cui le emissioni globali di gas serra iniziano oggi a diminuire e scendono a zero entro il 2050, l’aumento della temperatura supererà ancora il segno di 1,5 gradi prima di scendere.

In scenari meno ottimistici, in cui le emissioni continuano ad aumentare oltre il 2050, il pianeta potrebbe raggiungere un aumento di tre gradi già nel 2060 o nel 2070. Gli oceani poi continuano a salire per decenni dopo, prima di raggiungere i loro livelli più alti.

Simulazione Nizza (Francia):

“Le scelte di oggi modellano il nostro percorso”, ha affermato Benjamin Strauss, capo scienziato centrale per il clima e autore principale del rapporto.

READ  Scadenza superata: gli operatori sanitari francesi devono ora essere vaccinati per continuare a lavorare

Gli stati insulari rischiano di scomparire

I ricercatori di Climate Central hanno analizzato quali parti del mondo sono più vulnerabili all’innalzamento del livello del mare, utilizzando i dati del livello del mare e della popolazione globale. Questi sono principalmente concentrati nella regione dell’Asia Pacifico.

Simulazione dell’Avana (Cuba):

Otto delle prime 10 regioni vulnerabili all’innalzamento del livello del mare si trovano in Asia, dove quasi 600 milioni di persone sono esposte alle inondazioni nello scenario del riscaldamento di tre gradi.

Secondo l’analisi di Climate Central, Cina, India, Vietnam e Indonesia sono tra i primi cinque paesi più vulnerabili all’innalzamento del livello del mare a lungo termine. I ricercatori osservano che questi sono anche i paesi che negli ultimi anni hanno ampliato la capacità di combustione del carbone aggiuntiva.

Il rapporto afferma che anche i piccoli stati insulari rischiano di essere “quasi completamente persi”.

nella peggiore delle ipotesi

Se la Terra raggiunge i tre gradi Celsius, entro il 2100 circa 43 milioni di persone in Cina vivranno su un terreno che dovrebbe essere al di sotto del livello dell’acqua alta, secondo Sleep Central. Duecento milioni di persone vivranno in aree a rischio di innalzamento del livello del mare a lungo termine.

Simulazione Shanghai (Cina):

Con ogni frazione del grado di riscaldamento, gli effetti del cambiamento climatico stanno peggiorando. Anche se il riscaldamento è limitato a 1,5 gradi, gli eventi meteorologici estremi a cui il mondo ha assistito quest’estate diventeranno più gravi e frequenti, secondo gli scienziati. Sopra un grado e mezzo, il sistema climatico può sembrare sconosciuto.

Da 385 a 800 milioni di persone

Secondo un rapporto di Climate Central, circa 385 milioni di persone attualmente vivono su terreni che alla fine saranno inondati dalle inondazioni, anche se le emissioni di gas serra saranno ridotte.

READ  Il blogger americano Gabe Pettito è morto soffocato, solo...

Se il riscaldamento globale fosse limitato a un grado e mezzo, l’innalzamento del livello del mare colpirebbe il Paese che oggi ospita 510 milioni di persone. Se la temperatura della Terra salisse a tre gradi, quel numero potrebbe salire a 800 milioni di persone.

“Livelli di riscaldamento più elevati richiederebbero difese senza precedenti in tutto il mondo o l’abbandono di dozzine di grandi città costiere”, hanno scritto gli autori. “Mentre il numero potrebbe essere limitato a un numero relativamente piccolo da una forte adesione all’accordo di Parigi, in particolare limitando il riscaldamento a un grado e mezzo”.