Settembre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Un nuovo studio mostra: Pfizer e Modern sono meno efficaci nel…

Vaccini di Pfizer (L.) e Moderna (r.)
Foto: AFP

L’efficacia dei vaccini Pfizer e Moderna contro Covid-19 è scesa dal 91 percento al 66 percento da quando la variante delta è diventata dominante negli Stati Uniti. Questo è secondo i dati diffusi dalle autorità sanitarie statunitensi martedì.

I dati provengono da un’indagine su migliaia di operatori sanitari e operatori ospedalieri in sei stati che esaminano le prestazioni dei vaccini in condizioni reali. I partecipanti vengono testati settimanalmente per infezioni sia asintomatiche che asintomatiche.

Tra dicembre 2020 e aprile 2021, l’efficacia del vaccino nella prevenzione dell’infezione è stata del 91%, secondo i dati del Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), la principale agenzia federale di sanità pubblica. Ma nelle settimane in cui la variante delta è diventata responsabile di oltre il 50% delle infezioni, l’efficacia è scesa al 66%.

Tuttavia, gli autori dello studio avvertono che questa diminuzione potrebbe essere dovuta non solo alla variabile delta, ma anche a una diminuzione dell’efficienza nel tempo. “Mentre questi dati provvisori indicano una moderata diminuzione dell’efficacia dei vaccini Covid-19 nella prevenzione dell’infezione, il fatto che la riduzione di due terzi dell’infezione continui a sottolineare la continua importanza e utilità della vaccinazione”, hanno scritto gli autori.

I dati diffusi martedì non differenziano l’efficacia del vaccino di Moderna e del siero di Pfizer.

Questa diminuzione dell’efficacia contro la variante delta è stata indicata da vari studi, sebbene il numero esatto vari da studio a studio.

READ  La Chiesa cattolica canadese si scusa per gli abusi nei collegi | All'estero