Luglio 24, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Un anno dopo un incidente in Italia, Sanardi ‘non sa parlare’, rivela la moglie dell’ex pilota di F1

Alessandro Sanardi è sinonimo di conquista. L’ex pilota di Formula 1 ha amputato entrambe le gambe in un incidente automobilistico nel 2001 Rinato sulle maniglie di un triciclo sportivo, vincendo quattro medaglie in due Paralimpiadi consecutivi. Un anno dopo un altro incidente che ha segnato la sua vita a Siena, in Italia, la moglie di Sanardi ha rivelato la scena reale e la lotta dell’atleta al portale ‘BMW’

L’incidente è avvenuto sulla SP 146. Secondo il quotidiano “Cassette Dello Sport”, la Sanardi ha perso il controllo della sua bicicletta e si è schiantata contro un camion.

L’ex pilota indipendente e di F1 è stato sottoposto a neurochirurgia e chirurgia maxillo-facciale per complicazioni di trauma cranico.

– Un anno dopo l’incidente, le condizioni di Alex sono stabili. Viene ricoverato in una clinica specializzata, dove è coinvolto in un programma di riabilitazione. Ciò include stimoli multimodali e farmacologici sotto la guida di medici, fisioterapisti, neuropsicologi e logopedisti – che stanno cercando di guarire – ha affermato Daniela Sanardi.

A causa del periodo di coma e delle battute d’arresto del recupero, Sanardi Può comunicare ma non può parlare.

– Si tratta di una procedura molto complessa che ha richiesto più neurochirurgia ed è caratterizzata da una serie di recidive. Alex è in una posizione stabile, il che significa che può sottoporsi a programmi di allenamento per il cervello e il corpo. Può comunicare con noi, ma ancora non può parlare. Dopo un lungo periodo di coma, le corde vocali hanno ancora bisogno di ritrovare la loro elasticità. Questo è possibile solo attraverso la pratica e il trattamento. Ha ancora molta forza nelle braccia e nelle mani e si sta allenando attivamente con l’attrezzatura – dice.

READ  Italia. Per la prima volta un Paese europeo vuole portare la Libia in tribunale per attacchi ai migranti

– Questa è sicuramente un’altra grande sfida. È stato un viaggio molto lungo, e in questo momento non c’erano previsioni su quando sarebbe potuto tornare a casa. Abbiamo messo tutte le nostre energie nel recupero di Alex, completando Daniela.