Ottobre 19, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

A Mancini piaceva solo la nazionale italiana con i nativi italiani

La squadra italiana, che possiede la migliore campagna nella Euro Cup, ha tre giocatori di origine brasiliana: il terzino sinistro Emerson Palmeri, il difensore Rafael Dolly e il centrocampista difensivo Jorkinho.

Ma l’idea non è mai piaciuta all’allenatore di Assura Roberto Mancini, che affronta il Belgio, partendo dall’Alliance Stadium di Monaco (Germania) alle 16:00 (GMT), fino a un posto in semifinale.

Sei anni fa, quando era allenatore dell’Inter, ha criticato l’arrivo dell’allenatore dell’attaccante Oder, anche lui brasiliano di nascita e che ora gioca nella nazionale del San Paolo. Per questa posizione è stato accusato di xenofobia.

Secondo Mancini, non basterebbe che un genitore o un nonno di origine italiana (quattro giocatori sopra citati e un giocatore argentino, come Franco Vasquez) sia considerato italiano. Il mondo del calcio.

“La Nazionale italiana deve essere italiana. Un giocatore nato in Italia può giocare per la Nazionale italiana. Ma un giocatore che non è nato in Italia, anche se ha parenti italiani, non credo se lo meriti”. l’allenatore ha detto delle decisioni prese da Antonio Conte, che all’epoca ricopriva Assura.

Tradizionalmente, l’Italia è stata una delle squadre dell’intero pianeta, facendo grande uso dei discendenti dei processi di immigrazione nelle loro chiamate.

Nel 1934, quando fu il suo primo campione di Coppa del Mondo, Assura includeva già nella sua rosa un atleta di origine brasiliana (Phil, o Anfilogino Quarici) e quattro importati dall’Argentina (Attilio Demeria, Enrique Quitta, Luis Monti e Rimunda). .

L’ultimo italiano a vincere il titolo mondiale è stato nel 2006, ricevendo due aiuti “orientali”: i centrocampisti argentini Moro Comoronesi e Simon Borota, originario dell’Inghilterra.

Nel corso della storia, almeno dieci giocatori di origine brasiliana hanno indossato la maglia di quattro volte campioni del mondo. Questo processo si è molto intensificato in questo secolo con citazioni di nomi come Diego Motta, Amari e Order.

Quando ha assunto la guida della Nazionale, dopo la qualificazione ai Mondiali 2018, Mancini ha cambiato idea sull’utilizzo di quelli che erano considerati stranieri. Jorkinho, che era già stato invitato, è stato il capocannoniere della squadra, con Emerson e Dolly che hanno avuto le prime occasioni.

Italia e Belgio sono le uniche squadre ad aver vinto tutte e quattro le partite finora e ad aver vinto il 100% dell’Euro Cup. Ma la squadra di Mancini ha una grande differenza reti (otto, sette oggi contro l’avversario).

Oltre al match tra i favoriti, la prima giornata dei quarti di finale di Coppa dei Campioni vedrà l’incontro tra svizzeri e spagnoli. I vincitori dei due scontri in programma oggi si affronteranno in semifinale.

Il successore del Portogallo al campionato europeo per squadre nazionali sarà annunciato l’11 luglio. Lo stadio di Wembley a Londra (Inghilterra) riceverà questa decisione.

All’inizio si pensava che il torneo si fosse giocato a metà dello scorso anno. Tuttavia, l’epidemia di Govit-19 è stata ritardata di 12 mesi.

La novità di questa versione è che non esiste una sede standard. Per celebrare il 60° anniversario del continente, la UEFA ha deciso di organizzare il torneo in 11 città sparse in 11 paesi diversi (alcune non si sono nemmeno qualificate per le proprie squadre).

Oltre all’Inghilterra, ospite dell’ultimo torneo, Euro-2020 (sì, ha ancora quel nome anche se la data è posticipata) passa per Italia, Azerbaigian, Danimarca, Germania, Scozia, Spagna, Ungheria, Paesi Bassi, Romania e Russia.

Euro Cup – Quarti di finale

Svizzera x Spagna, oggi 13:00, Krestovsky Ground, San Pietroburgo (RUS)
Belgio x Italia, oggi, 16:00, Alliance Arena, Monaco (ALE)
Repubblica Ceca-Danimarca, domani alle 13, Olimpiadi di Baku (AZE)
Regno Unito x Ucraina, Domani, 16:00, Roma Olimpica (IDA)