Ottobre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Supercar italiane: l’eccezione alla graduale eliminazione dei motori a scoppio

L’Italia ha tenuto colloqui con l’Unione Europea sulle misure per proteggere i produttori di supercar, tra cui Ferrari e Lamborghini, dall’accelerazione dei motori a combustione. Lo ha detto Roberto Singolani, ministro italiano per i cambiamenti climatici.

L’UE vuole vendere Nuove auto con motore a combustione A metà del prossimo decennio. Il ministro Singolani afferma che la scadenza potrebbe causare notevoli problemi alle case automobilistiche di lusso.

Costi

“Il governo italiano sostiene pienamente gli sforzi dell’UE per ridurre le emissioni del settore automobilistico eliminando gradualmente l’uso di motori inquinanti”, ha affermato Roberto Singolani.

“Tuttavia, dobbiamo anche considerare come queste regole possono essere applicate ai produttori di auto ad alte prestazioni in fasce di prezzo più elevate, che vendono molte meno unità rispetto ai produttori di altri marchi”.

A luglio, la Commissione europea ha annunciato l’intenzione di fermare le vendite di nuove auto con motore a combustione a metà del prossimo decennio. La mossa dovrebbe aiutare l’economia a controllare le emissioni e combattere il cambiamento climatico.

Tuttavia, questa volta si tratta di una grande sfida per le case automobilistiche di lusso. Dopotutto, il loro portafoglio è composto da veicoli con motori potenti, che causano elevate emissioni di gas serra.

Inoltre, questi produttori vendono un numero significativamente inferiore di unità rispetto ai produttori dei marchi attuali. Di conseguenza, non possono più fare affidamento su economie di scala per coprire i costi del cambiamento dei metodi di produzione.

Gigafactory

“Queste sono super macchine Affidati a tecnologie completamente diverse Era più in circolazione rispetto all’auto media “, sostiene Singola. “Lo stesso vale per le batterie che alimentano questi veicoli, quindi l’Italia vuole autonomia nella produzione di batterie di alta qualità.

READ  Bill vuole migliorare e riutilizzare i Borghi più belli d'Italia

“Quindi si sta avviando un progetto gigafactory per realizzare un impianto di produzione di batterie su larga scala in Italia”.

Singolani, ex membro del consiglio di amministrazione della Ferrari, sottolinea che le case automobilistiche di lusso rappresentano solo un piccolo segmento del mercato automobilistico globale.

La Ferrari ha venduto circa 9.100 auto l’anno scorso, mentre la Lamborghini ha riferito di aver venduto circa 7.400 unità. “L’impatto di queste auto sulle emissioni globali è minimo”, spiega Cingolani.

In Ferrari, il passaggio alla trazione elettrica sembra essere lento. John Elcon, amministratore delegato del produttore, in precedenza aveva notato che la Ferrari sarà a metà di questo decennio Il primo modello completamente elettrico Porterà sul mercato.

La concorrente Porsche ha lanciato il suo daikon completamente elettrico due anni fa. La Ferrari dovrebbe annunciare maggiori dettagli sulla sua strategia energetica il prossimo anno.

(EVP)