Ottobre 19, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Sospesi gli operatori sanitari antivaccini in Italia

Fonti hanno riferito all’ANSA mercoledì (30) che i funzionari sanitari della regione Trentino-Aldo Addis, nel nord Italia, hanno sospeso almeno 115 operatori sanitari che si sono rifiutati di vaccinarsi contro il Covit-19.

Opposizione al movimento 'No Vox' a Roma

Opposizione al movimento ‘No Vox’ a Roma

Foto: ANSA / Ansa – Brasile

Questa informazione è stata confermata dai rappresentanti dell’azienda sanitaria locale dopo che il processo di verifica è stato completato. La sospensione entrerà in vigore da questo giovedì (1).

“Coloro che non sono vaccinati saranno esclusi dall’esecuzione di servizi o attività che comportano il contatto tra loro o saranno a rischio di contrarre l’infezione da SARS-Cove-2”, afferma il rapporto.

È già stato annunciato un atto formale al personale per il mancato rispetto dell’obbligo di vaccinazione stabilito dall’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Tragi del 1 aprile 2021.

L’ordinanza impone vaccinazioni per medici, infermieri, farmacisti e altri lavoratori che mantengono contatti con i pazienti nel sistema sanitario pubblico o privato. Chi non ottempera a questa misura può essere sospeso dal lavoro fino a dicembre, previa riduzione degli stipendi.

Nei giorni scorsi il vicesegretario alla Salute Andrea Costa ha affermato che «è inaccettabile che un cittadino in cura in ospedale corra il rischio di essere vittima di chi ha bisogno di curarlo».

La regione italiana contro il vaccino antigovernativo è uno dei medici, operatori sanitari e cittadini del movimento No Vox. Dall’inizio della campagna vaccinale, in provincia di Bolzano, ad oggi, 3.967 operatori sanitari non sono stati vaccinati.

READ  Sequestrati in Italia e all'estero cinquecento posti di lavoro pagano falso Francesco