Settembre 27, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Sofina saluta Dekunin e Danone

Sofina Holdings è riuscita ad aumentare il valore del proprio portafoglio del 17% a 10,41 miliardi di euro nella prima metà dell’anno. Vendute le quote di Deceuninck e Danone.

Il mondo gira liscio per la holding della famiglia Boël. Grazie a una tendenza al rialzo dei mercati azionari, a un contesto favorevole per il private equity (società non quotate) e al boom del settore tecnologico, il 30 giugno il NAV per azione è salito a € 308,72. Questo è il 42 percento in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e il 16,7 percento in più rispetto alla fine di dicembre. È anche più dei 297 euro che ha ricevuto Sofina

in un Bollettino semestrale A luglio, poiché i fondi di private equity del portafoglio devono ancora annunciare le loro ultime valutazioni.

23%

eccellente

Il prezzo delle azioni di Sofina è aumentato del 23 percento dal suo NAV alla fine di giugno.

Il prezzo delle azioni è del 23 percento superiore al valore di giugno. Da allora, i mercati azionari hanno continuato a salire. L’indice S&P 500 statunitense è cresciuto del 6% durante l’estate. Sofina si occupa di discount da decenni, ma grazie alla sua attenzione su società non quotate ad alta crescita, è diventata uno dei maggiori operatori europei nel private equity, con investitori felici di pagare un premio. Sofina si concentra su quattro pilastri: vendita al dettaglio, trasformazione digitale, istruzione e salute, con un focus su Asia e Stati Uniti.

Esci da Deceuninck

Una nuova caratteristica è che Sofina ha venduto tutte le azioni rimanenti del produttore di profili in PVC Deceuninck in estate. L’anno scorso, Sofina era ancora l’azionista più importante, quasi il 10%, dopo il CEO Francis van Eckhout. Quest’anno, il prezzo delle azioni di Deceuninck è raddoppiato grazie a un forte recupero delle vendite e della redditività. Sofina si è anche ritirata completamente dal colosso lattiero-caseario francese Danone.

La controllata di Sofina Growth, che investe direttamente in aziende in crescita, ha acquisito una partecipazione, tra le altre cose, in Oviva, una piattaforma tecnologica volta a contrastare l’aumento del diabete e dell’obesità. In Cina, nuovi soldi sono andati alla società di diagnostica ReeToo e al rivenditore di kit per animali Petkit.

Tuttavia, la nuova ondata di regolamentazione delle società di istruzione e tecnologia di Pechino, tra le altre cose, sta colpendo anche Sofina. Sebbene i dettagli non siano ancora noti, l’aumento della volatilità derivante dall’annuncio delle regole ha un impatto negativo temporaneo dal 2 al 3 percento sul NAV del nostro gruppo.