Settembre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Campionato Europeo di Ciclismo 2021: nella selezione italiana manca il campione in carica Nisolo

Campionato Europeo di Ciclismo 2021: nella selezione italiana manca il campione in carica Nisolo

Venerdì 3 settembre 2021 alle 09:48

Giacomo Nisolo ha vinto il titolo europeo alla Blueway in Francia lo scorso anno, ma non difenderà il titolo in patria per una settimana. Il forte velocista non faceva parte della selezione finale del ct della nazionale David Kazani per gli Europei di ciclismo che si svolgeranno a Strentino.

Nisolo è molto dispiaciuto di non essere stato selezionato, ma sta già pensando al Mondiale. “Mi piace correre per la nazionale e poi se sei fuori dalla selezione è sicuramente un boccone amaro. Ho già parlato con Kasani e capisco la scelta. L’ho chiusa e ora sono pienamente coinvolto nel Mondiale C’è “, ha detto Nisolo in un’intervista a Tutobicev.

Matteo Trendin, Sony Colborelli e Filippo Khanna, a differenza di Nisolo, fanno parte della selezione italiana del Campionato Europeo e punte di diamante di Kazani. L’ex professionista, agli ultimi mesi da Ct della Nazionale italiana, spera di avere in trasferta anche Giovanni Aliotti, Andrea Bagioli, Matteo Catanio, Gianni Moscon e Diego Ulyssi. Vincenzo Albanese prima riserva.

La cronometro Kanna ed Eto’o Affini si sfideranno. Alessandro Di Marci, Matteo Soprero, Marta Cavalli, Elena Checchini ed Elisa Lango Porcini arriveranno presto in Trentino per una staffetta mista. Kanna partecipa anche in questo settore.

Scelta Italia per gli Europei 2021 (8-12 settembre)
giro su strada
Contrassegnalo Giovanni Alotti
Contrassegnalo Andrea Bagioli
Contrassegnalo Matia Catanio
Contrassegnalo Sony Colbrelly
Contrassegnalo Caro Filippo
Contrassegnalo Gianni Mosca
Contrassegnalo Matteo Trendin
Contrassegnalo Diego Ulisse

Prova a tempo
Contrassegnalo Edoardo Affini
Contrassegnalo Caro Filippo