Ottobre 20, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Organizzazioni ombrello di cura soddisfatte della decisione della terza iniezione di residenti nelle case di cura | interni

L’organizzazione di settore Zorgnet-Icuro e la Federazione degli imprenditori della sanità privata (FLOZO) sono lieti che i ministri della salute abbiano dato il via libera alla terza vaccinazione dei residenti in strutture residenziali. Le organizzazioni di assistenza universale affermano che un terzo colpo da solo non sarà sufficiente per proteggere completamente i residenti delle case di cura da un nuovo focolaio.




In precedenza, il Consiglio supremo della sanità aveva già dato il via libera a una terza iniezione per i residenti dei centri di assistenza residenziale. I politici ora hanno seguito questo consiglio. Nessuna decisione è stata ancora presa su una possibile terza iniezione per tutti gli anziani. Se ne parlerà ulteriormente sabato.

Secondo Margot Clouet, amministratore delegato di Zorgnet-Icuro, la decisione è arrivata al momento giusto. Ora stiamo vedendo infezioni in persone anziane che sono state vaccinate due volte. Ciò può essere dovuto al fatto che la vaccinazione non è andata a buon fine o che nel frattempo l’immunità è nuovamente diminuita. Il terzo colpo può aiutare. In ogni caso, il vaccino è efficace: vediamo molti meno focolai nei centri di assistenza residenziale».

Kloit sostiene di guardare a tutti gli anziani per una terza possibilità. Al momento, sono ricoverati soprattutto i giovani con infezione da corona. Nel momento in cui portiamo di nuovo più persone di età superiore ai 75 anni, dobbiamo intervenire”.


Citazione

Speriamo che questa decisione garantisca che il virus non possa raggiungere i nostri centri di assistenza residenziale dopo 19 mesi

Johann Stace, amministratore delegato di Vlozo

Anche il Flemish Independent Care Network Flozo, che rappresenta gli imprenditori nell’assistenza privata, è soddisfatto di questa decisione. Ora è il momento di proteggere la nostra popolazione vulnerabile. Speriamo che questa decisione garantisca che il virus non funzioni nei nostri centri di assistenza residenziale dopo 19 mesi, afferma l’amministratore delegato Johann Stace.

L’organizzazione fa notare che il terzo colpo da solo non basterà. Il firewall ideale per le persone vulnerabili nei centri di assistenza residenziale comprende anche la vaccinazione obbligatoria di tutte le persone attive nel settore socio-sanitario e il Covid Safe Ticket. Queste misure daranno alle strutture sanitarie l’opportunità di armarsi contro una possibile quarta ondata di corona”.

Le Fiandre completano il nuovo capo vaccinazione, ma in Europa siamo passati

Il vaccino di Pfizer sicuro ed efficace dai cinque anni: i nostri bambini più piccoli riceveranno presto un vaccino? (+)

READ  Oltre $ 100 milioni di Ethereum (ETH) distrutti dall'aggiornamento di Londra » Crypto Insider