Ottobre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Nuove evacuazioni a causa dell’eruzione vulcanica a La Palma | All’estero

L’eruzione vulcanica in corso sull’isola canaria di La Palma ha reso necessarie nuove evacuazioni. Il comitato di emergenza di Pevolka ha dichiarato su Twitter che tra le 700 e le 800 persone è stato ordinato di recarsi in un punto di raccolta con i propri animali domestici e le proprie cose entro le 19:00 ora locale. Un nuovo flusso di lava avanza gradualmente verso il mare.




A seconda di come si evolve la situazione, le persone possono tornare a casa nei prossimi giorni per ritirare gli altri effetti personali, accompagnate dal personale di sicurezza.

Dall’eruzione del vulcano Cumbre Vieja più di tre settimane fa, circa 6.700 persone sono state costrette a lasciare le loro case, circa l’8% della popolazione totale dell’isola. La maggior parte di loro riesce a far visita ad amici o parenti in altre parti dell’isola, oa soggiornare in hotel.

Circa 1.200 case e altri edifici sono stati distrutti dalla colata di lava incandescente e distruttiva. Il villaggio di Todoque è quasi completamente scomparso. Poiché le autorità hanno sgomberato le aree in modo tempestivo, non ci sono state vittime.

Reuters

© Reuters

Gli sfollati hanno avuto il tempo di portare con sé documenti, oggetti personali, animali domestici e altri oggetti di valore. Lunedì, più di 3.000 residenti hanno dovuto rimanere in casa mentre la lava raggiungeva una fabbrica di cemento. Aveva paura dei pericolosi fumi tossici. Da allora la pianta è stata inghiottita da una colata lavica.

Questa è stata la prima volta in 50 anni che Cumbre Vieja ha eruttato il 19 settembre. Negli ultimi giorni l’eruzione del vulcano si è intensificata, con ripetute eruzioni che vomitano magma nell’aria. L’eruzione ha ormai distrutto quasi 6 chilometri quadrati. Molti residenti che sono dovuti fuggire non potranno mai tornare. Le loro case sono scomparse e la ricostruzione non è stata possibile per decenni. Anche l’agricoltura e l’industria dell’isola furono gravemente danneggiate.

Reuters

© Reuters

Agenzia per la protezione ambientale

© Agenzia per la protezione dell’ambiente

READ  OMS: “Il numero di persone con demenza aumenterà rapidamente” | Scienza