Ottobre 19, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Lotta con Luis Enrique e Italia: se arriviamo in finale sarà per la qualificazione dei giocatori – Spagna

Questo martedì, a Wembley, Luis Enrique attendeva con ansia la semifinale di Euro 2020 contro l’Italia, che considera una partita difficile contro una squadra “ideale per giocare senza palla”. L’allenatore spagnolo ha anche parlato di avere la più alta percentuale di palloni mostrati da ‘La Rose’ nelle partite, e ha parlato della sua carriera in nazionale in una conferenza stampa pre-partita.

“Ieri Laporte e alcuni altri giocatori non si sono allenati per un motivo particolare perché abbiamo dato loro l’opportunità. Sono tutti pronti per la partita tranne la Serbia. La stanchezza è passata 45 minuti dopo i quarti di finale. [Chegar às meias-finais] Questa è una buona notizia. Non siamo una squadra esperta e otteniamo questa esperienza mentre procediamo [as eliminatória]Ce lo meritiamo, molto positivo e da valutare. Abbiamo la possibilità di giocare la finale. Questa opportunità è molto allettante e dobbiamo essere al 100% “, ha detto.

Maggiore è la percentuale di possesso palla

“Abbiamo i leader a nostra disposizione, ma sono anche una squadra che può rischiare con il pallone. Sarà la prima battaglia che dovremo vincere contro una squadra che è in grado di giocare senza palla. Gli allenatori devono adattarsi a tutti situazioni: se non possiamo avere così tanto pallone, abbiamo un piano per quei momenti. Non ha nulla a che fare con i sistemi, il cambio o cose del genere”.

Il percorso davanti alla squadra spagnola

“È innegabile che ho accettato l’offerta della Reale Federazione Spagnola perché il Presidente e il Direttore dello Sport mi hanno rassicurato che non avevo bisogno di rafforzare quanto mi trovavo a mio agio qui. Rappresentare la nazionale spagnola è un vero piacere. Ho un contratto al di là dei mondi. [de 2022] Sono molto di supporto. Puoi giudicarmi se sono un bravo o un cattivo allenatore. Sono tranquillo nel mio lavoro. Cerco di gestirlo al 100% e sono circondato da persone di alto livello. Circondarmi di persone migliori di me mi rende migliore. Ho portato altri giocatori e ho sempre detto che li avrei portati a volare. Lo farò per il resto della mia vita in nazionale. “

READ  Crypto Exchange Accounting dovrebbe interrompere le operazioni in Italia

E ha aggiunto: “Sono un leader, è ovvio, ma succede dal campo, l’importante sono le persone in campo. La cosa più difficile è colpire i bersagli, premere forte, stare attenti a difendere.

Posto sulle ali

“Tutte le squadre mettono i giocatori sull’asse centrale, quindi c’è più spazio nelle fasce. È chiaro che cercheremo di far male al nostro avversario in partita.

Possibili vittime in Italia

“Ha influenza zero e non faccio le mie scelte in base all’undici dell’avversario. Mi interessa quello che posso controllare, quello che facciamo in campo. Voglio che tutti, Spinozola compreso, possano giocare. E il il miglior giocatore ha un avversario, dovrebbe, è per il calcio. Sarebbe meglio”.

Restrizioni sui tifosi

“Questa è una situazione strana. Vorrei che ci fossero stati più spagnoli e italiani che inglesi. Vogliamo che sia diverso, ma dobbiamo accettarlo”, ha concluso.