Ottobre 20, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

L’Italia fa scalpore in 4 anni da quando il “fondo tondo”

Il 13 novembre 2017, la squadra italiana ha toccato il fondo. In uno stadio dove più di 72.000 tifosi hanno applaudito a suo sostegno, il pareggio a reti inviolate contro la Svezia ha annunciato l’assenza del quattro volte campione del mondo dal trofeo in Russia, che giocherà il prossimo anno.

Azzurra, che ha già sofferto la mancanza di risultati positivi e non ha intimidito nessun altro, ha così concluso una serie di 12 presenze ai Mondiali.

Ha anche seppellito una generazione di nomi affermati come Gianluigi Buffon, Daniel de Rossi e Andrea Barzacli. Ha anche sollevato dubbi sul fatto che sarebbe possibile tornare ai massimi livelli del calcio a breve termine.

Sono passati quattro anni da allora, e oggi quelle incertezze sembrano un’esagerazione provocata dalla disperazione. Dopotutto, l’Italia, una delle favorite per la Coppa dei Campioni, affronterà l’Austria, dalle 16 (GMT), per il 16° turno del torneo.

Non c’è eccitazione. La squadra guidata da Roberto Mancini è stata completamente vicina alla fase a squadre: ha avuto la migliore campagna nei 24 paesi partecipanti (battendo Galles, Svizzera e Turchia), una delle due difese non ancora trapelate e il secondo attacco più efficace (sette gol , meno di otto volte segnate dai Paesi Bassi).

Inoltre, è già rimasto imbattuto in 30 partite consecutive, da quando è stato battuto per l’ultima volta, nel settembre 2018, dal Portogallo. Questa è già la quarta più lunga serie di imbattibilità per una squadra nazionale nella storia del calcio.

La riforma dell’Italia non è la qualificazione esclusiva dell’allenatore, ha già lavorato in Inter, Lazio e Manchester City, ma è il riflesso di un movimento che ha profondamente trasformato il Calcio negli ultimi anni.

READ  Suggerimenti per cucire senza pieghe

Senza tanti soldi come in passato, club come Milan, Inter e Roma hanno dovuto accantonare l’ingaggio di giocatori affermati, e hanno iniziato a guardare più da vicino le loro divisioni giovanili e la crescita giovanile della scena locale.

Nascono così nuovi talenti come il portiere Gianluigi Donarumma e i centrocampisti Manuel Locateli e Nicole Barella, e alcuni fornitissimi come Federico Cisa e Matteo Pesina. Hanno tutti meno di 25 anni.

Con le squadre più giovani è cambiato anche il calcio giocato in Italia. Il gioco difensivo delle prime generazioni di Boda ha portato gradualmente a un modo moderno e offensivo di cercare i risultati.

Nelle ultime stagioni il Campionato Italiano ha segnato più di 3 reti a partita, più delle massime divisioni di Inghilterra, Francia e Spagna. La selezione ha seguito lo stesso percorso e ha scosso le reti nei loro ultimi 12 compiti.

La prima giornata della finale europea sarà caratterizzata da due partite. Oltre allo scontro tra Italia e Austria, Galles e Danimarca saranno in lizza per un posto nei quarti di finale. I 16 turni del torneo continentale si svolgeranno fino a martedì prossimo.

Il successore del Portogallo al campionato europeo per squadre nazionali sarà annunciato l’11 luglio. Lo stadio di Wembley a Londra (Inghilterra) riceverà questa decisione.

All’inizio si pensava che il torneo si fosse giocato a metà dello scorso anno. Tuttavia, l’epidemia di Govit-19 è stata ritardata di 12 mesi.

La novità di questa versione è che non esiste una sede standard. Per celebrare il 60° anniversario del continente, la UEFA ha deciso di organizzare il torneo in 11 città sparse in 11 paesi diversi (alcuni non si sono nemmeno qualificati per le proprie squadre).

READ  La nuora della principessa Diana sposa un milionario sudafricano

Oltre all’Inghilterra, ospite dell’ultimo torneo, Euro-2020 (sì, ha ancora quel nome anche se la data è posticipata) passa per Italia, Azerbaigian, Danimarca, Germania, Scozia, Spagna, Ungheria, Paesi Bassi, Romania e Russia.