Settembre 24, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Lawrence DeVos ancora una volta campione paralimpico, quinta medaglia per il Belgio | Giochi per persone con bisogni speciali

Laurens Devos è riuscito nel suo obiettivo: estendere il suo titolo paralimpico a Rio a Tokyo. Il n. 1 in finale contro l’australiano Ma Lin, n. 3, è stato molto forte: il nostro connazionale di 21 anni ha perso di poco il Gruppo 1, ma poi il recinto è stato rotto. È la quinta medaglia e la seconda medaglia d’oro del Belgio.

DeVos era stato attaccato alle Paralimpiadi e non aveva perso un set nella corsa alle semifinali. Ma contro il russo Ori Nozdronov, il campione in carica è stato messo a dura prova per cinque set.

Quella partita ha influito sulla sua fiducia? Contro l’australiana Ma Lin, DeVos ha avuto bisogno di un po’ di tempo per battere The Force in finale. Ha commesso alcuni errori alla fine del primo set, andato a Ma Lin 9-11.

Ma dopo che il recinto era finito, DeVos ha chiarito tutte le sue preoccupazioni e la differenza tra il numero 1 al mondo e il numero 3 era molto chiara. Assegna le posizioni: 11-6, 11-3, 11-3.

È la quinta medaglia a Tokyo per il Belgio e la seconda medaglia d’oro dopo il cavaliere di dressage Michel Georges. Florian van Acker (tennis tavolo), Manon Claes (vestizione) e Great Hewitt/Anneliese Monsieu (cronometro) hanno già conquistato il bronzo.

DeVos: “Ho giocato 10 volte di meno rispetto alle semifinali”

“È incredibile”, mormorò DeVos. “Tutto il torneo non è andato bene, ero molto nervoso prima di ogni partita. Ma sono contento del mio livello in finale, ero più rilassato. Sono molto contento dell’oro, perché non me l’aspettavo lui-lei”.

DeVos è stato in grado di cambiare idea in finale. “Ho armeggiato un po’ con il cellulare, per allontanarmi dal tennistavolo. Così posso iniziare la finale con un’idea: sono in finale, non ho niente da perdere…”

“Ho giocato dieci volte più fluido di quanto non fossi in semifinale. Era più pesante del mio titolo a Rio. Lo si vede anche nelle posizioni specifiche. Tutti vogliono l’oro, quindi devi lavorare di più”.

Ma la festa sarà più modesta che in Brasile. “Faremo tutto il possibile per ottenere il massimo e festeggiare con lo staff”, afferma DeVos. Il suo cellulare è già caldo. “Ho appena dato un’occhiata e ho visto molti messaggi. Domani prenderò il tempo per ringraziare tutti per il loro sostegno”.

READ  (h) Sober ha fatto amicizia con Florian Van Acker riguardo al ritorno a casa: "È meglio non smettere di pedalare" | Giochi per persone con bisogni speciali