Settembre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

L’Assessorato alla Cultura lancia un appello: “Dal 1° settembre consentire nuovamente la piena capacità nelle sale” | interni

In vista del comitato consultivo, la cultura delle cellule di crisi richiede la completa libertà del pubblico, del personale e dei volontari dalle attività e dagli eventi culturali a partire dal 1° settembre. “Ora che la copertura vaccinale ha raggiunto il punto in cui abbiamo promesso di rimuovere tutte le misure restrittive, vogliamo vedere quella promessa effettivamente mantenuta”, ha affermato in un comunicato stampa.




Risulta che “dopo diciotto mesi di chiusura totale o parziale, c’è un urgente bisogno economico e sociale”. “Quindi stiamo sostenendo la capacità di lavorare di nuovo alla nostra piena capacità pubblica, senza distanziamento sociale e senza maschere per la bocca”.

Se il comitato consultivo decide che la piena libertà è ancora troppo presto, la Cella di Crisi chiede di ampliare il Covid Safe Ticket per includere eventi culturali che operano per un pubblico inferiore a 1.500 persone. “Ciò che è ora possibile per i grandi eventi dovrebbe essere possibile anche per gli eventi e le attività più piccoli”, secondo Crisiscel. “L’utilizzo di Corona Corridor dovrebbe essere una misura molto temporanea e facoltativa”.

“Nelle condizioni attuali, le attività portano ancora alla perdita di gran parte del nostro settore. Dobbiamo essere in grado di operare in condizioni redditizie”, ha affermato la decisione. Se ciò non è possibile, il settore culturale richiede la prosecuzione o la ripresa delle misure di sostegno.