Ottobre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

L’aeronautica americana vuole mantenere in servizio il più vecchio bombardiere B-52 fino al 2050 | All’estero

L’US Air Force prevede di continuare a pilotare i B-52 fino al 2050, i bombardieri pesanti schierati per la prima volta nel 1954. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (Pentagono) ha affermato che il produttore britannico di motori per aerei Rolls-Royce si è aggiudicato un contratto per la fornitura di oltre 600 nuovi motori per modernizzare l’aereo.




Rolls-Royce, che eseguirà la missione attraverso la sua filiale nordamericana, si è aggiudicata un contratto base del valore di 501 milioni di dollari (circa 430 milioni di euro) per la fornitura di 608 motori per un totale di 76 B-52 dall’USAF. Ogni aereo ha otto motori. Ma nell’affare ci sono anche diverse opzioni, tanto che la cifra per il produttore potrebbe salire a 2,6 miliardi di dollari (circa 2,2 miliardi di euro). Rolls-Royce fornirà anche pezzi di ricambio.

Dal Vietnam all’Afghanistan

Il B-52 è stato schierato per la prima volta dall’aeronautica americana nel 1954 durante la Guerra Fredda, dopo di che ha dimostrato il suo valore durante la guerra del Vietnam, tra le altre cose. Ma anche nell’era attuale della tecnologia dei droni, i bombardieri pesanti sono ancora importanti per gli Stati Uniti. Più recentemente, i B-52 sono stati utilizzati per fornire copertura aerea durante il ritiro dall’Afghanistan.

Per il completo ammodernamento dell’hardware, in modo che possa durare fino al 2050, il governo degli Stati Uniti stima lo stanziamento di circa 11 miliardi di dollari (9,39 miliardi di euro). Ad esempio, dovrebbero esserci anche nuovi display nella cabina di pilotaggio.

“Grande Brutto Compagno Grasso”

READ  Apple vuole che i dipendenti statunitensi sappiano se sono stati vaccinati | Economia

I B-52 sono anche conosciuti come “BUFF”, che sta per “Big Ugly Fat Fellow” (qualcosa come “Big Ugly Fat Man”).

Diversi produttori erano in corsa per fornire i nuovi motori. Anche General Electric e Pratt & Whitney, che hanno costruito i motori che ora fanno volare i B-52, hanno avanzato una proposta. Ma alla fine la preferenza è andata a Rolls-Royce. A proposito, non si tratta della casa automobilistica Rolls-Royce. La divisione automobilistica non fa parte del gruppo industriale dagli anni ’70. Le auto Rolls-Royce sono ora prodotte sotto la bandiera tedesca della BMW.