Ottobre 19, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Gol dei Giants, Romero era “eccitato” in Italia e poteva fermare Neymar

L’Argentina è un gruppo la cui generazione ha riconosciuto il potere offensivo. Ma mentre ci sono ancora opzioni di qualità da segnare, mancano opzioni per evitarle. Mostra, tuttavia, che un giocatore può immaginare la fine della “siccità” dei difensori. Christian Romero è controverso dai colossi in Europa, faceva scalpore in Italia, potrebbe affrontare Neymar alla fine della Copa America. Brasile e Argentina si affrontano oggi (10), alle 21, a Maracan.

Ha due partite senza condizioni di gioco. Un lieve infortunio al ginocchio destro è diventato il compagno di Bezella Ottamendi nei duelli con Colombia ed Ecuador. Ma c’è la possibilità di tornare proprio nella Grand Final. Quindi, la possibilità di colpire definitivamente l’attacco più duro che ha come avversario nelle partite: Neymar.

Essere un concorrente non è una novità nella vita del difensore 23enne che è stato creato a Belgrano, ha giocato solo 16 partite nel torneo principale. I diritti economici ceduti al Genoa, Italia nel 2018 quando aveva 20 anni, ha poi ceduto alla Juventus e prestato all’Atlanta, il club che attualmente difende. È abituato a duelli di alto livello.

La scorsa stagione, Romero “si sente” in italiano. Scioccato dalla buona fase di Atlanta, è stato selezionato come miglior difensore del film di Serie A.

Non ci volle molto perché al suo arrivo apparissero parti di serio interesse. Il primo è il Manchester United, che promette di ingaggiare il giocatore al fianco di Barcellona e Liverpool. Al contrario, la questione resta da risolvere. Le regole di acquisizione danno la priorità ad Atlanta, che dovrà spendere 25 milioni di (155,1 milioni di R $ a prezzi correnti) per garantire i suoi diritti, anche se li vende dopo la valutazione.

READ  Bruxelles accetta di recuperare miliardi per l'Italia

Con due partite in Copa America, Romero ha già ricevuto elogi dall’allenatore Lionel Scaloni. “E’ un ragazzo meraviglioso e spero che proteggerà la squadra per molti anni a venire”, ha detto l’allenatore.

Nella partita il giovane aveva già affrontato Cavani e Suarez ed è uscito dal campo senza vedere trapelare il gol dell’argentino. Ora, il nuovo test potrebbe essere con Neymar.