Ottobre 18, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Gli Stati Uniti restituiscono all’Iraq una vecchia lastra di argilla

Tavoletta di argilla Gilgamesh.

Tavoletta di argilla Gilgamesh. © Reuters

Gli Stati Uniti hanno restituito una tavoletta di argilla di 3.500 anni in una cerimonia giovedì in Iraq, a cui appartiene il manufatto storicamente prezioso. Gli americani hanno rubato la tavoletta, forse la più antica testimonianza di letteratura sulla Terra, da un museo iracheno intorno al 1991 durante la Guerra del Golfo.

SicuroFonte: Belga, Al Jazeera, CNN, The Washington Post

Sebbene sia un piccolo pezzo di 12 x 15 cm, la tavoletta di argilla cuneiforme ha un enorme valore culturale e storico. L’articolo è stato ricevuto dal ministro della Cultura iracheno, Hassan Nazim. “Per me, questo significa ripristinare la fiducia nella società irachena”, ha detto.

Frammento dell’Epopea di Gilgamesh scritto su una tavoletta di argilla in lingua sumera. L’epopea di tremila versi di poesia è una delle storie più antiche della storia umana. La storia risale al 2100 aC circa e parla di un grande re che cerca l’immortalità. Furono prima distribuiti oralmente e poi trascritti in undici tavolette d’argilla. Successivamente è stata aggiunta una dodicesima tavoletta di argilla con una storia sugli inferi. L’epopea è stata una fonte di ispirazione per Homer Disperazione occupazione odissea, Il direttore generale dell’UNESCO, Audrey Azoulay, ha dichiarato: Washington Post. Anche la Bibbia ebraica presenta somiglianze con la storia.

Il ritorno della tavoletta d’argilla è, secondo Azoulay, “una grande vittoria per la comunità internazionale”.

17.000 reliquie

Il pezzo di 3.500 anni è apparso sul mercato dell’arte londinese nel 2001 tramite un antiquario giordano, dopodiché è finito negli Stati Uniti tramite vari mercanti d’arte. La tavoletta è stata precedentemente esposta come un capolavoro all’American Museum of the Bible.

Il museo ha mantenuto stretti legami con la catena di arti e mestieri Hobby Lobby. È stato il proprietario di quella catena ad acquistare il tablet nel 2014 per 1,67 milioni di dollari (circa 1,4 milioni di euro) dalla casa d’aste Christie’s. In seguito si è scoperto che i documenti originali erano falsi. Il vero valore dell’oggetto non è stato rivelato fino al 2019. CNN Si dice che il museo stia sostenendo il ritorno del tablet e la Hobby Lobby è stata multata di milioni di dollari.

Il ministro Nazim ha invitato le organizzazioni a continuare a cercare attivamente la vera origine dell’arte, nel tentativo di riscoprire i tesori perduti dell’antichità. Hobby Lobby ha ammesso di non averlo fatto. All’inizio di quest’anno, 17.000 manufatti rubati dagli Stati Uniti, 12.000 dei quali dal Museo della Bibbia, sono stati restituiti all’Iraq.

Il piccolo oggetto ha un enorme valore storico e culturale.

Il piccolo oggetto ha un enorme valore storico e culturale. © EPA-EFE

READ  Johnny Depp (58): "Al punto da essere Jack Sparrow...