Settembre 24, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Festival della corrida annullato dopo che i tori sono stati chiamati “Feminista” e “Nigeriano”

“Il festival è finito”, ha detto ai giornalisti il ​​sindaco socialista di Giron, Ana Gonzalez. Hanno attraversato diverse linee. Una città che crede nell’uguaglianza tra uomini e donne e nella complementarità non può permettere queste cose».

La vita del Festival di Begoña era già appesa a un filo. Al suo ultimo congresso, il Partito Socialista aveva già discusso l’intenzione di cancellare il festival di 133 anni a causa della crescente opposizione della popolazione. Con la corrida utilizzata per “promuovere un’ideologia che viola i diritti umani”, il governo della città è stato rapido nel prendere la decisione.

malinteso

Ma secondo l’Unión de Criadores de Toros de Lidia, che riunisce 345 allevatori di tori, tutto si basa su un malinteso. Secondo il gruppo di interesse, i nomi sono in linea con le regole del ministero dell’Agricoltura spagnolo.

Gli animali in questione discendono dalle mucche femministe e nigeriane. Entrambe le vacche sono state acquistate dall’allevatore nel 1986 e hanno prodotto più di quattro generazioni di tori, al di fuori di ogni contesto sociale e politico.

Gli allevatori sono supportati dal Partito popolare conservatore di Gijón, che sta valutando se sia possibile intraprendere un’azione legale per ribaltare la decisione del sindaco.

Coloro che sono soddisfatti sono attivisti per i diritti degli animali. Sebbene l’intera discussione non abbia menzionato il benessere degli animali e le inutili sofferenze inflitte ai tori, gli attivisti reagiscono con entusiasmo sui social media. “La fine femminista del festival della corrida di Gijón è giustizia poetica”, ha scritto su Twitter la giornalista Anita Botwin.

READ  Il parlamento polacco vota sulla controversa legge sui media