Ottobre 19, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Turk che ha preso parte a una ricerca per se stesso: “Sono la notizia del mondo? È stata colpa del mio amico” | La cosa migliore del web

Ieri, Behan Mutlu, 50 anni, è apparso improvvisamente controvoglia nelle notizie di tutto il mondo. Diversi media hanno riferito della scomparsa del turco che, a sua insaputa, ha aiutato a ritrovarsi nei boschi. “Ciao mondo”, risponde ora.




La storia è come una scena di una commedia felice. Un uomo va a bere qualcosa con i suoi amici, poi scompare nella foresta e viene segnalato come disperso. Le squadre di soccorso si dirigono nel bosco, dove a un certo punto un uomo ubriaco, completamente all’oscuro, si unisce alla ricerca di ufficiali e volontari… per se stesso.

Solo dopo una lunga ricerca Behan si rese conto che era lo stesso uomo che tutti stavano cercando. A un certo punto, uno degli agenti ha deciso di gridare a gran voce il nome della persona scomparsa nel bosco. “Sono qui”, chiamò il turco. Poi qualcuno ha chiesto alla squadra di soccorso di rivelare la sua identità. Solo allora si è scoperto che stava cercando se stesso.

Il turco ora risponde: “Ho iniziato a sudare freddo quando ho sentito il mio nome”. In locale .media. “Ho detto loro che ero Bihan Mutlu, ma hanno continuato a cercare. Non mi credevano. Solo quando il mio amico Masoud mi ha visto più tardi, tutto è diventato chiaro. ” I media di tutto il mondo hanno afferrato la folle storia dalla stampa turca. L’incidente ha anche fatto sorridere molti di noi.


L’errore di un amico

Lo stesso Behan Mutlu incolpa in parte l’intero incidente su un amico che era con lui in malo modo. L’ha sentito quando Behan ha detto che sarebbe andato a dormire verso l’una del mattino. “Siamo stati in una casa nel bosco e sono andato a dormire lì”, spiega. Tuttavia, il suo amico Masoud si aspettava il suo ritorno e non è successo. La preoccupata moglie di Behan ha fatto il resto: suo marito non è tornato a casa, così lei e Masoud hanno chiamato i servizi di emergenza. È iniziata una grande ricerca.

Quando l'”uomo scomparso” si è svegliato alle cinque del mattino, ha visto ufficiali e volontari che si aggiravano fuori. Chiese cosa stesse succedendo e si unì alla ricerca.

Saluti al mondo

Alla fine, i servizi di emergenza credettero alla sua storia e gli ufficiali scortarono Bayhan a casa, sua moglie e la sua stufa. Il giorno dopo, i turchi tornarono semplicemente al lavoro. Fino ad oggi, non si era reso conto che era diventata una notizia mondiale. “Ma non mi interessa. Dopo l’incidente, ho appena lavorato. Non ho letto nessuna notizia. Il telefono non funziona bene qui. Lavoro nell’edilizia”.

“Vorrei ringraziare le squadre di comando della gendarmeria e le squadre di ricerca e soccorso per il loro sostegno nella questione della scomparsa”, dice ora che diversi media lo hanno cercato. Per finire: “Saluti al mondo intero”.