Settembre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Sydney stringe la chiusura dopo il record di 466 nuovi casi di corona: i residenti possono uscire per altri 5 km intorno alle loro case fuori dal paese

466 casi di corona sono stati registrati oggi nello stato australiano del New South Wales. La maggior parte dei contagi si è verificata a Sydney. Il premier statale Gladys Berejiklian ha annunciato un ulteriore inasprimento del blocco. Da lunedì, ad esempio, le persone a Sydney e dintorni possono percorrere solo un giro di 5 chilometri intorno alla loro casa, che prima era di 10 chilometri.




Oltre ai 466 nuovi contagi, sono stati registrati anche quattro decessi.

Anche altre misure Corona sono state inasprite. Ad esempio, le multe per violazione delle regole di quarantena saranno aumentate a 5.000 A$ (3.124 euro). Le persone che praticano sport insieme all’estero con più di due persone o entrano nel NSW senza una buona ragione, ora rischiano una multa di $ 3.000 ($ 1.874). Il commissario di polizia Mick Fuller afferma che sono necessarie regole più severe per tappare le “fughe”.

L’Australia è stata a lungo in grado di contenere la pandemia di coronavirus chiudendo i suoi confini e attuando rigorosi blocchi. Ma la formula delta sembra aggirare queste rigide misure. Berejiklian ha descritto la forma, che è stata registrata per la prima volta in India, come “diabolica” e ha aggiunto che i prossimi mesi sarebbero stati difficili. “Per molto tempo, circa un anno e mezzo, siamo stati diversi dal resto del mondo. Ora non siamo più diversi”, ha detto Berejiklian.

Sydney è chiusa da fine giugno. Melbourne, che sta lottando con un focolaio più piccolo, è in isolamento dall’inizio di agosto. Anche la capitale, Canberra, è in lockdown da giovedì, dopo che i primi contagi sono stati registrati in più di un anno.

READ  Il primo ministro australiano sostiene la sua dura politica anti-Corona dopo le violente proteste

In Australia sono già stati registrati 38.000 casi di corona e 900 persone sono morte per gli effetti del COVID-19. Al contrario, sono stati dati poco più di 15 milioni di colpi corona. Meno del 20% della popolazione è completamente vaccinato.