Settembre 24, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

L’UE continua a diffidare delle pratiche commerciali sleali, soprattutto dalla Cina | All’estero

Alla fine dello scorso anno, l’Unione Europea ha introdotto 150 misure per tutelare le imprese europee dal dumping e dalle importazioni sovvenzionate da paesi terzi. Secondo la relazione annuale della Commissione europea sulla lotta alle pratiche commerciali sleali, due misure su tre hanno preso di mira la Cina.




La commissione sta lavorando in modo più aggressivo contro le pratiche commerciali sleali ormai da diversi anni. Nonostante i problemi pratici posti dalla crisi del Corona, i numeri sono in linea con quelli degli anni precedenti. Alla fine del 2020 erano in vigore 150 misure, 10 in più rispetto alla fine del 2019. La maggior parte delle misure (128) era volta a proteggere le società europee dal dumping. L’anno scorso sono state aperte 15 inchieste e sono state imposte 17 misure temporanee e definitive.

La Cina rimane di gran lunga il partner commerciale più mirato dalla Commissione. Alla fine dello scorso anno, erano in vigore 99 misure contro le importazioni dalla centrale commerciale asiatica. Russia (9), India (7) e Stati Uniti (6) seguono a buona distanza.

Nell’ultimo anno la Commissione si è concentrata maggiormente sulle sovvenzioni nei paesi terzi. Ad esempio, per la prima volta, la Commissione ha imposto tasse compensative sui prodotti di società cinesi sovvenzionati dal governo cinese, ma fabbricati in paesi terzi per l’esportazione nell’Unione europea. Ciò riguarda principalmente i prodotti in fibra di vetro prodotti in Egitto.

Nella direzione opposta, la Commissione ha individuato un numero record di misure adottate da paesi terzi contro le esportazioni europee. Il suo numero era 178, con un aumento di cinque rispetto al 2019. Il comitato si è rivolto in diverse occasioni all’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) per garantire che queste misure non vengano utilizzate in modo inappropriato. Ad esempio, le azioni estere contro l’esportazione di piastrelle di ceramica e fertilizzanti sono state vanificate.

READ  La Russia sta ancora combattendo contro 177 incendi boschivi | All'estero