Settembre 24, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

L’host web di GoDaddy rifiuta l’aborto illegale in Texas | All’estero

Il servizio di web hosting GoDaddy ha vietato venerdì un sito web anti-aborto in Texas. I cittadini possono lasciare consigli anonimi sulle persone che aiutano o incoraggiano l’aborto. Il gruppo anti-aborto dietro il sito web, Texas Right to Life, ha avuto la possibilità da GoDaddy di trovare un nuovo host web o andare offline.




Il sito web, prolifewhistleblower.com, è il risultato diretto di una nuova legge sull’aborto entrata in vigore mercoledì in Texas, che proibisce alle donne di interrompere la gravidanza dopo sei settimane. I texani sono incoraggiati dalla legge stessa Intraprendere azioni legali contro le persone coinvolte nell’aborto illegale. I cittadini possono ottenere 10.000 dollari (circa 8.500 euro) se vincono una causa del genere.

Secondo GoDaddy, il sito web gratuito ha violato i termini di servizio dell’host web. Texas Right to Life avrà “24 ore per cambiare fornitore”. I Termini di GoDaddy non consentono agli utenti di raccogliere informazioni sulle persone senza il loro consenso.

Texas Right to Life ha dichiarato in una dichiarazione che non sarà messo a tacere. “Il nostro team IT sta già lavorando per trasferire le nostre risorse a un altro provider e ripristineremo il sito entro 48 ore. Vieni presto”, ha affermato il gruppo.

Al Campidoglio di Austin, in Texas, le femministe hanno manifestato contro la nuova legge sull’aborto nel loro stato. (01/09/2021) © AP

La nuova legge sull’aborto del Texas ha suscitato pesanti critiche, Compreso il presidente degli Stati Uniti Joe Biden Che parla di una “violazione innegabile” dei diritti costituzionali. Biden trova particolarmente “vergognoso” che i cittadini, come le storie raccontate, siano autorizzati a intentare azioni legali contro chiunque abbia presumibilmente aiutato qualcun altro ad abortire. Questo può includere anche membri della famiglia, operatori sanitari, receptionist della clinica o estranei estranei all’individuo.

I gruppi di difesa hanno tentato di vietare l’aborto in Texas dopo sei settimane di gravidanza presso la Corte Suprema, ma senza successo. Mercoledì il tribunale ha votato contro la richiesta di emergenza di organizzazioni. Dicono che la legge renderà impossibile l’aborto per almeno l’85% delle donne del Texas che vogliono la procedura.

Leggi anche:

La portavoce della Casa Bianca risponde bruscamente a una domanda sull’aborto: “Non sono mai rimasta incinta”

Il capo dell’ostetricia di UZ Brussel sostiene la nuova legge sull’aborto ma la critica: “Buona cosa, ma l’esperienza non basta” (+)

READ  Non vaccinato? Quindi il rischio di ricovero è doppio con la variabile delta | medico