Settembre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

La Nuova Zelanda ha cercato per anni invano di espellere l’attaccante di Auckland | All’estero




Venerdì, Ahmed Athel Mohamed Samsuddin, 32 anni, ha aggredito con un coltello sette persone in un supermercato di Auckland. È stato ucciso da agenti sotto copertura che lo avevano seguito senza sosta da luglio.

Guarda il rapporto di VTM NEWS sull’attacco ad Auckland qui sotto:

Domenica è stata revocata l’ordinanza del tribunale che vietava la pubblicazione del nome e dello status di immigrato dell’uomo. Il primo ministro Jacinda Ardern ha dichiarato in una dichiarazione che il servizio di immigrazione della Nuova Zelanda ha cercato di espellere il cittadino dello Sri Lanka dal 2018.

Venerdì, Ahmed Athel Mohamed Samsuddin, 32 anni, ha aggredito sette persone in un supermercato ad Auckland. È stato ucciso da agenti sotto copertura che lo avevano seguito senza sosta da luglio. © AP

Ardern ha detto che Samsudeen è arrivato in Nuova Zelanda nel 2011 con un visto per studenti e ha chiesto lo status di rifugiato. Ciò è stato negato, ma tale decisione è stata ribaltata in appello e nel dicembre 2013 all’uomo è stato effettivamente concesso lo status di rifugiato.

Ardern ha affermato che nel 2016 è venuto a conoscenza della polizia ed è stato informato dal Servizio immigrazione e naturalizzazione di informazioni che hanno portato a credere che lo status di rifugiato fosse stato ottenuto in modo fraudolento.

Il suo status di rifugiato è stato revocato nel 2019, ma ha presentato ricorso contro la sua espulsione. I funzionari dell’immigrazione hanno quindi indagato sulla possibilità di trattenere l’uomo durante l’esame del suo appello. “È stato incredibilmente frustrante e frustrante quando la consulenza legale è tornata dicendo che questa non era un’opzione”, ha detto Ardern.

È probabile che l’uomo fosse considerato una “persona protetta” per via dello stato del Paese da cui proveniva e delle possibili cure al suo ritorno. Le persone protette non possono essere espulse dalla Nuova Zelanda.

READ  Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si riunirà presto per discutere della situazione in Afghanistan | Afghanistan nelle mani dei talebani