Settembre 27, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Il contagio non guida più: questo è l’approccio alla nuova corona in autunno

Il numero di infezioni non porta più a misure corona dal 25 settembre. Poiché gran parte delle persone nei Paesi Bassi è stata vaccinata, il coronavirus può essere trattato in modo diverso, ha scritto sul giornale il ministro ad interim de Jong. Ultimo messaggio al Parlamento. “Servono sempre meno misure. Nel frattempo, la catena sanitaria resta sotto pressione”. Ciò significa che ci sarà un approccio diverso per l’autunno: gli indicatori delle misure corona saranno il ricovero e l’IC, piuttosto che il numero di contagi.

Ape l’approccio Ci sono due cose principali: vaccinare quante più persone possibile nella comunità e diffondere l’infezione tra le persone che non hanno abbastanza immunità in modo che la pressione sull’assistenza sanitaria non diventi troppo alta.

Dall’autunno ci saranno tre scenari: “stato endemico” (il virus può essere controllato, poco stress sulle cure), “revival” e “immunità rivoluzionaria” (l’immunità acquisita non fornisce più una protezione adeguata). Tre livelli (vigile, allarmante o serio) sono stati sviluppati per lo scenario “rialzi”, che il governo ritiene sia il più probabile. Queste sono le misure principali.

Il livello a cui siamo arrivati ​​riguarda una media di sette giorni di ricovero al Centro Internazionale e ricovero ospedaliero. In combinazione con una serie di altri fattori, come il numero di persone vaccinate e lo spazio disponibile nell’IC.

Di seguito puoi vedere, ad esempio, con 40-100 ricoveri, siamo a un livello di preoccupazione:

READ  La variabile delta raddoppia le possibilità di ricovero per le persone non vaccinate