Ottobre 18, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Gli scambi chiudono le porte, ma il tasso di hash di Bitcoin (BTC) si riprende »Crypto Insider

A metà di quest’anno, il governo cinese ha nuovamente aperto il fuoco sul mondo delle criptovalute. Bitcoin (BTC) Ai minatori del paese è stato ordinato di fare i bagagli con breve preavviso e portarli in altri paesi.

Tuttavia, non si è fermato qui. nei giorni scorsi, La banca centrale cinese Hanno annunciato che riformeranno anche il commercio di criptovalute in Cina. È chiaro che la Cina vuole bandire definitivamente le criptovalute dal Paese.

Scambio di criptovalute

Vietando il commercio Criptovaluta Diversi exchange di criptovalute sono stati duramente colpiti. Il mercato cinese è enorme e ci sono persino scambi di criptovalute completamente focalizzati su questo mercato.

Così tanti exchange di criptovalute sono costretti a chiudere i battenti in Cina. Gli utenti vengono spesso informati che il loro account verrà chiuso il 31 dicembre 2021.

L’esempio più recente di uno scambio che ha adottato tali misure è KuCoin. Utenti cinesi KuCoin Sono stati istruiti a ritirare i loro beni entro il 31 dicembre prima che KuCoin chiuda definitivamente i loro conti.

Tra l’altro Huobi, Binance e OKEx Azioni simili sono state intraprese in risposta alla decisione della banca centrale cinese. Questi scambi di criptovalute vieteranno anche gli utenti cinesi e depositeranno gli utenti esistenti prima della fine dell’anno.

Restituisce il tasso di hash

Per gli investitori cinesi di criptovalute, le misure drastiche sono, ovviamente, disastrose. Tuttavia, il mercato globale delle criptovalute sembra essere più resiliente di fronte alla guerra cinese contro l’industria delle criptovalute.

Quando i minatori in Cina hanno dovuto lasciare improvvisamente alcuni mesi fa, la potenza di calcolo è diminuita, o tasso di hashdalla rete bitcoin. Ciò ha ridotto la velocità della rete. Fortunatamente, Grid è stato in grado di adattarsi alle circostanze e la questione è stata risolta molto rapidamente, ma le conseguenze sono state temporanee.

Ora sembra che la rete funzioni di nuovo quasi completamente. Il tasso di hash della rete Bitcoin è di nuovo vicino al suo tasso precedente assolutamente alto. Al suo apice, l’hash rate della rete era di 198,5 EH/s. Ieri questo tasso di hash era così 177,5 EH/s. Ottima guarigione!