Settembre 27, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

AIEA: l’Iran continua ad arricchire l’uranio | All’estero

L’uranio arricchito viene utilizzato nei reattori nucleari, ma può essere utilizzato anche nelle armi nucleari. Quest’ultima è la grande paura della comunità internazionale.

Teheran non aderisce all’accordo nucleare dal 2019, perché gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente un anno fa e poi hanno reintrodotto le sanzioni all’Iran. A causa del malcontento, l’anno scorso le ispezioni dell’AIEA sono state limitate. L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha affermato che la supervisione delle attività nucleari iraniane è stata “gravemente compromessa” da allora.

Si dice che il paese abbia ora 2441,3 chilogrammi di uranio in deposito, mentre è stato concordato un massimo di 202,8 chilogrammi. Alla fine di agosto, Teheran aveva 10 chilogrammi di uranio con una purezza fino al 60 percento. Erano 2,4 chilogrammi a maggio. Lo stock di uranio arricchito è aumentato al 20% nello stesso periodo, da 62,8 chilogrammi a 84,3 chilogrammi. Questo mentre l’accordo include un limite del 3,67%, che è ben al di sotto della purezza del 90% richiesta per le armi nucleari.

L’Iran ei paesi coinvolti nella firma dell’accordo nucleare hanno tenuto diversi colloqui quest’anno sul ripristino dell’accordo. Il rapporto dell’AIEA arriva in un momento in cui i negoziati sono in stallo. Le autorità iraniane avvertono che potrebbero volerci mesi prima che riprendano.

READ  OMS: “Il numero di persone con demenza aumenterà rapidamente” | Scienza