Ottobre 18, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

La spesa per l’assicurazione sanitaria è diminuita di 1,5 miliardi di euro lo scorso anno | interni

Nell’anno di Corona 2020, la spesa ordinaria per l’assicurazione sanitaria è diminuita di circa 1,474 miliardi di euro rispetto al 2019. Lo dimostra l’ultimo rapporto di monitoraggio, pubblicato oggi dall’Istituto nazionale per le prestazioni sanitarie e di disabilità.




Il forte calo è dovuto principalmente alle cure differite e non urgenti a causa della pandemia di coronavirus. Nella prima metà del 2020, la spesa per le prestazioni di assicurazione sanitaria è diminuita di 1,227 miliardi di euro e nella seconda metà è stata ben al di sotto dei 247 milioni di euro.

All’interno degli ospedali, l’Istituto nazionale per lo sviluppo umano e lo sviluppo umano ha registrato una diminuzione del 4,1% della spesa rispetto al 2019, in particolare delle spese mediche. In cure urgenti, c’è stato un recupero dopo il primo arresto. Ciò è meno evidente nelle consultazioni non urgenti, dove a novembre c’è stata una nuova battuta d’arresto.

La spesa per consulenze e visite mediche è diminuita solo dello 0,8 per cento nel 2020 rispetto al 2019. Tale diminuzione è limitata dalla possibilità di consultazioni a distanza.

distanza

Come risultato della pandemia, Riziv ha creato il potenziale per fornire assistenza a distanza. Lo scorso anno sono stati registrati 11,3 milioni di teleconsulti da operatori sanitari di tutti i settori, soprattutto medici, per un valore di 238 milioni di euro.

Al fine di garantire la continuità delle cure, l’Istituto nazionale per lo sviluppo umano e lo sviluppo ha riorientato le risorse nel bilancio 2020. Ad esempio, ha assegnato un contributo finanziario federale straordinario di 2 miliardi di euro agli ospedali generali e agli ospedali psichiatrici. Anche l’importo destinato ai medici per ogni riassunto sanitario, la cosiddetta cartella medica globale, è aumentato di complessivi 172 milioni di euro.

READ  Il ministro degli esteri olandese espulso dopo le critiche al virus Corona

Nella lotta al Covid-19, Riziv ha approvato spese aggiuntive per misure aggiuntive nel 2020 per un importo totale di 809 milioni di euro. Il grosso di questo è andato al rimborso di oltre 5 milioni di test corona (236,8 milioni), al bonus di incentivi eccezionali per le persone che lavorano nel settore sanitario (199,6 milioni) e misure e materiali di protezione speciali per gli operatori sanitari (155 milioni ).