Ottobre 19, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

Case 1 case non sono limitate all’Italia. Vedi i molti paesi che accettano l’idea – 15/07/2021

Uno stratagemma di marketing ben intenzionato, la casa da 1 euro ha attirato migliaia di persone in un mercato immobiliare che era sull’orlo di un altro giorno. Beh, non puoi pensare di vivere in bellissime città storiche al prezzo di una tazza di caffè ogni giorno.

La storia inizia in Italia, in paesi con problemi abitativi cronici. Per cercare di ricostruire l’economia, i governi locali offrono immobili a un prezzo indicizzato fino a quando i nuovi proprietari non promettono di restaurare, rinnovare e mantenere le case per un periodo di tempo limitato. In altre parole, “1 euro” è uno stimolo inevitabile, ma il prezzo reale risulta essere di diverse migliaia di euro. Ma ancora, l’investimento può ripagare.

L’emigrazione rurale e l’invecchiamento della popolazione sono esclusivamente lontani dai problemi italiani, quindi altri paesi colpiti da problemi simili stanno cercando di affrontarli allo stesso modo. I valori variano (c’è una casa a meno di 1 euro), ma l’idea principale è la stessa: attirare nuovi residenti, investitori, nomadi digitali, rilanciare l’economia, migliorare il turismo.

Separa il resto dal supermercato e dai un’occhiata a queste offerte.

Francia

Tramonto in rupia francese - Reproduction / InstagramRrophics.FR - Reproduction / Instagram @ RupaixFR

Tramonto sulla rupia francese

Immagine: riproduzione / Instagramrophics.fr

Situata al confine con il Belgio, Rupeex è una città di quasi 100.000 abitanti, con musei, edifici storici, centri artistici e culturali. Ma negli ultimi decenni ha vissuto un collasso economico.

Nel 2018 la città ha iniziato a vendere case a 1 euro per attirare nuovi residenti e recuperare proprietà abbandonate. Hanno proprietà fino a 126 mq, con alcuni giardini, ma richiedono un buon investimento per tornare vivibili – valutate fino a 179 mila euro o circa 8 1,08 milioni. Secondo il quotidiano francese “Le Picaro”, metà delle case erano già state restaurate a marzo di quest’anno.

Rupees si trova vicino alla bellissima Lille, una delle città più importanti del nord della Francia, con influenze fiamminghe sull’architettura e sulla cultura. Oltre il confine, a un’ora di distanza, l’agente è una testimonianza della ricchezza belga nel Medioevo.

Croazia

Per la maggior parte dei turisti stranieri, la Croazia è limitata alla costa. Le città adriatiche sono la meta più gettonata, ma sbaglia chi pensa che l’interno del Paese non mantenga il suo fascino. Ad esempio, Verstin ha un castello, paesaggi bucolici, un muro e un centro storico con architettura barocca.

Veduta aerea del fiume Trava e del villaggio di Legrat in Croazia - Getty Images / iStockPhoto - Getty Images / iStockPhoto

Veduta aerea del fiume Drava e del villaggio di Legrat in Croazia.

Immagine: Getty Images / iStockPhoto

A circa 50 minuti di distanza si trova il villaggio di Legrat, vicino al confine ungherese, che offre case a un prezzo in codice di 1 kuna equivalente a Run 0,80. In altre parole, è molto più economico delle già ridicolmente economiche case da 1 euro in Italia, che costano circa $ 6.

Certo, ci sono molti fattori da tenere in considerazione, oltre all’affare italiano. Devi avere meno di 40 anni, non avere debiti e impegnarti a mantenere la proprietà per almeno 15 anni (ma non necessariamente a viverci). Secondo Reuters, la città sta ancora coprendo il 20% dei costi di ristrutturazione e ripristino della proprietà. Il resto, circa 20mila euro è tuo.

Legrat non ha molti siti turistici, ma i dintorni lo compensano. 01:30 da Zagabria, la bella capitale croata, tranne Varastin. C’è anche la bella Slovenia.

Spagna

Quando vedi la popolazione in crescita per le strade di Madrid, Barcellona, ​​Valencia o Siviglia, è difficile immaginare che la Spagna abbia un problema demografico. Ad eccezione della capitale, tutti i principali centri urbani sono vicini alla costa. L’interno del paese è ricco di villaggi parzialmente o completamente abbandonati.

Ponte all'ingresso della città medievale di Valterபpress, Spagna - Getty Images / iStockPhoto - Getty Images / iStockPhoto

Ponte all’ingresso della città medievale di Valterபpress, Spagna.

Immagine: Getty Images / iStockPhoto

Più della metà dell’area ha una densità abitativa inferiore a 12 persone per chilometro quadrato, che è un tasso simile a Pia. Ci sono circa 1.500 villaggi in Spagna perché i loro residenti sono migrati in grandi centri o non sono in grado di mantenerli, secondo il sito web “Bloomberg”.

Questo ha innescato un’emergenza immobiliare. Già popolare tra gli europei del nord, la Spagna ha attratto i pensionati che vogliono vivere al caldo e nella natura.

Città mediterranea di Valterபpress, Spagna - Getty Images / iStockPhoto - Getty Images / iStockPhoto

La città medievale di Valterபpress, Spagna

Immagine: Getty Images / iStockPhoto

Sito web Villaggi abbandonati Elenca centinaia di proprietà e interi villaggi in vendita. Nelle Asturie, puoi acquistare un villaggio con poche case (enorme con 450 m²), una fattoria e una vista sulle montagne per 69.000 euro (circa R $ 423.000).

Sito web Case in Spagna Elenca almeno 15 immobili, tra ville, case e terreni, che costano 1 euro al metro quadro. Molti si trovano a Valterிரpress, borgo medievale bucolico dell’Aragona. Nel tentativo di attirare i nomadi digitali e far crescere un’economia malata, 2.000 villaggi hanno recentemente vinto un concorso e vinto un anno di Internet satellitare gratuito.

Giappone

Templo Toshoku, M Niko - Getty Images - Getty Images

Tempio Toshoku, M. Nico

Immagine: Getty Images

I problemi legati all’età dei giapponesi sono ben noti. Questo è già il 12° anno consecutivo in cui il numero dei residenti è diminuito: l’anno scorso ci sono state 420.000 persone in meno, un record, secondo il sito di notizie “Nicky”. Nel 2018, un sondaggio ha registrato che c’erano 8,5 milioni di beni abbandonati all’interno del paese. C’è anche una parola per questo: “Akiya” significa “casa vuota”.

In alcune province il tasso di posti vacanti è del 18%. L’occupazione delle campagne del Giappone fa parte di un piano più ampio per rivitalizzarle, annunciato l’anno scorso dal primo ministro ad interim Yoshihide Suu Kyi.

Nagano, Japo No - Getty Images / iStockPhoto - Getty Images / iStockPhoto

Nagano in Giappone

Immagine: Getty Images / iStockPhoto

A Tochigi e Nagano, i municipi hanno istituito banche per vendere “Akia”. Il prezzo delle case è di circa 50 mila yen (equivalente a R $ 2,4 mila).

Molti dei luoghi circostanti. Tochigi ospita templi e santuari patrimonio dell’UNESCO (Nikoil), montagne, campi e il lago Suchenji, il più alto del Giappone a 1.269 metri sul livello del mare. A Nagano, oltre ai laghi e alle montagne, il Forte Matsumoto è uno dei simboli nazionali del Paese.

Fortezza di Matsumoto, Giappone - Getty Images - Getty Images

Fort Matsumoto, Giappone

Immagine: Getty Images

Svizzera

Influenzata dalla politica abitativa di 1 euro in Italia, l’Italia ha deciso nel 2019 di bonificare un villaggio delle Alpi, la città di Camborghno nella regione del Ticino, parte della Svizzera, che è la lingua ufficiale. A Monte Sia, le capanne più antiche, in alcune rovine, sono state vendute a meno di 1 euro per 1 franco svizzero o R $ 5,70, secondo il sito di notizie locali SWI.

Cambarogno, Na Suna - Getty Images / iStockPhoto - Getty Images / iStockPhoto

Camborghno, Svizzera

Immagine: Getty Images / iStockPhoto

Oltre a pagare tutto questo denaro, l’acquirente deve riscattare la proprietà entro tre anni, spendendo almeno 16.500 franchi svizzeri (R $ 95.000). Inoltre, devi affrontare il fatto che il fulcro della casa è stato completamente abbandonato da oltre 40 anni.

Ma ci sono vantaggi. Il paese offre interessanti scorci sul Lago Magior e si trova a 125 chilometri da Milano. Il Lago di Como, gioiello del paesaggio del nord Italia, si trova a 80 chilometri di distanza. Non puoi essere il vicino di casa di George Clooney.

READ  La promessa del film olandese Pisa va in Italia