Ottobre 25, 2021

CiSiamo.info

Rimani aggiornato sugli ultimi sviluppi dell'Italia sul campo con le notizie basate sui fatti di Cisamos, filmati esclusivi, foto e mappe aggiornate.

350 case già distrutte a La Palma e 166 ettari sepolti sotto roccia fusa, si è fermata una delle due colate laviche | All’estero

L’isola canaria di La Palma è ancora alle prese con gli effetti dell’eruzione del vulcano Cumbre Vieja. I flussi di lava liberati dall’eruzione si sono fatti strada senza sosta attraverso l’isola negli ultimi giorni, distruggendo tutto sul loro cammino. Secondo gli ultimi dati, sono già state distrutte 350 case e 166 ettari ricoperti di lava. Nel frattempo il vulcano è ancora attivo, con una nuvola di cenere e gas che raggiunge i 4.500 metri di altezza.




È passata una domenica dall’eruzione del vulcano Cumbre Vieja a La Palma. Da allora la lava scorre incessantemente verso i villaggi e il mare.

Distrutto

Secondo gli ultimi dati di monitoraggio di Copernico, sono state distrutte fino a 350 case, insieme a fattorie, strade e linee elettriche. Due giorni fa, il 21 settembre, sono state distrutte 320 case. La lava ha già seppellito 166 ettari sotto la roccia fusa. Questo è almeno 14 ettari più di 36 ore fa. Finora, circa 6.100 persone sono state evacuate dall’isola. Fortunatamente non ci sono stati morti o feriti.

Un flusso di lava da un'eruzione vulcanica si è fermato.  Il secondo flusso di lava si sta muovendo lentamente.  Il ruscello è largo 500 metri di fronte.

Un flusso di lava da un’eruzione vulcanica si è fermato. Il secondo flusso di lava si sta muovendo lentamente. Il ruscello è largo 500 metri di fronte. © Alfonso Escalero/Ama il mondo

Prelievi

Le autorità hanno detto che uno dei flussi di lava si è fermato giovedì sera. Il secondo, largo fino a 500 metri, è stato ritardato. Ciò significa che la lava non raggiungerà l’oceano giovedì o venerdì. Si temono gas tossici se la lava finisce nell’oceano.

Ma, il direttore del National Geographic Institute, Maria Jose Blanco, sottolinea che il rallentamento dei flussi di lava non significa che l’eruzione stia diventando meno grave. “Il vulcano è ancora attivo, con una nuvola di cenere e gas fino a 4.500 metri”.

Il vulcano è ancora attivo, con una nube di cenere e gas alta fino a 4.500 metri.

Il vulcano è ancora attivo, con una nube di cenere e gas alta fino a 4.500 metri. © AFP

Le immagini della Palma sono stupende e mostrano la devastazione provocata da lava e ceneri: le case sono nere e sembrano pietrificate.

50 anni fa

Il vulcano è scoppiato domenica dopo che nei giorni precedenti erano stati rilevati diversi terremoti. L’ultima eruzione del vulcano sull’isola si è verificata nel 1971, quando il vulcano Teneguía ha vomitato lava per più di tre settimane. Gli esperti stimano che potrebbero volerci fino a tre mesi prima che l’eruzione si concluda completamente.

Ecco come le riprese aeree mostrano la devastazione dopo l’eruzione vulcanica:

Il re di Spagna Felipe VI e la regina Letizia hanno visitato giovedì le Isole Canarie e hanno assistito alla devastazione con i loro occhi. Hanno incoraggiato più di 6.000 sfollati e hanno promesso loro assistenza. Il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez, che ha posticipato un viaggio programmato a New York, ha accompagnato la coppia reale.

Le case sull'isola sono sepolte sotto roccia fusa.

Le case sull’isola sono sepolte sotto roccia fusa. © Agenzia per la protezione dell’ambiente

Reuters

© Reuters

Reuters

© Reuters

Agenzia per la protezione ambientale

© Agenzia per la protezione dell’ambiente

Tutto diventa nero dal fumo e dalla cenere.

Tutto diventa nero dal fumo e dalla cenere. © AFP

Agenzia per la protezione ambientale

© Agenzia per la protezione dell’ambiente

Il re di Spagna Filippo VI e la regina Letizia conversano con gli sfollati.

Il re di Spagna Filippo VI e la regina Letizia conversano con gli sfollati. © Foto Notizie

Guarda anche:

tramite Reuters

© via Reuters


READ  Le regioni polacche "gay-free" ritirano la controversa decisione dopo che l'Europa ha mostrato i denti