Landini (Cgil): “Voglio un Governo antirazzista e antifascista”

Anche il segretario della Cgil Maurizio Landini, dalla Festa nazionale dell'Unità di Ravenna, è intervenuto sul nuovo Governo Conte bis.

Giuseppe Conte (foto AdnKronos)
Giuseppe Conte (foto AdnKronos)

Anche il segretario della Cgil Maurizio Landini, dalla Festa nazionale dell’Unità di Ravenna, è intervenuto sul nuovo Governo Conte bis. “Servono qualità e competenze nella formazione del nuovo esecutivo – ha iniziato -. Ma il governo che abbiamo avuto alle spalle non sempre ha brillato per qualità e competenza”. Landini, come aveva già fatto in passato, ha espresso parole di elogio a Giuseppe Conte. “Per me un governo di svolta dovrà cambiare le politiche sbagliate fatte sul mondo del lavoro. Come il Jobs Act che ha peggiorato le condizioni dei lavoratori. Il sindacato non ha governi amici, ma ha due discrimini: deve essere antifascista e antirazzista“.

Landini (Cgil): “Governo antirazzista e antifascista”

Landini poi continua: “Diciamo che il governo che ci siamo lasciati alle spalle non sempre ha brillato per competenza. Non esiste l’uomo solo al comando che risolve i problemi. Dopo trentanni che ci hanno raccontato questa menata, lo dovremmo capire”. E, per fare capire meglio questo suo concetto, fa un esempio calcistico. “Maradona che era Maradona, per vincere i campionati del mondo e gli scudetti aveva bisogno di altri dieci giocatori in squadra”.

Infine, ai microfoni del Fatto Quotidiano, conclude: “Ci vuole un governo umile, che è capace di ascoltare e capire che nella complessità della società italiana attuale. Bisogna ascoltare le parti sociali“.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.