Dazi Usa-Cina, avvertimento di Trump alla Apple: «Se non produci negli Stati Uniti devi pagare»

Donald Trump, in merito alla questione dei dazi Usa-Cina, è intervenuto per fare alcune precisazioni sulla strategia di produzione della Apple.

Trump e la richiesta di impeachment per il caso Ucraina
Trump e la richiesta di impeachment per il caso Ucraina

Il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha lanciato un messaggio ad Apple in merito alla questione sui dazi tra Usa e Cina. «Non sarà concessa alcune esenzione dai dazi per i componenti del Mac prodotti in Cina. Produceteli negli Stati Uniti e non avrete dazi». Un chiaro messaggio all’azienda con sede a Cupertino, in California, nella zona della Silicon Valley. Le parole di Trump non lasciano spazio a ulteriori ipotesi sul futuro della strategia politica del tycoon.

Dazi Usa-Cina, Trump e l’affondo alla Apple

Il numero uno della Casa Bianca ha parlato anche dei rapporti tra il Governo di Pechino e Google. «Potrebbero esserci o non esserci timori di sicurezza nazionale sui rapporti fra Google e la Cina – afferma in un altro tweet -. Se c’è un problema lo scopriremo, mi auguro sinceramente che non ci sia». La casa di produzione Apple e il messaggio di Trump che certamente non evidenzia una situazione di calma negli Stati Uniti.

I negoziati tra i due Paesi, la situazione

Durante il G20, in programma ad Osaka, Donald Trump e Xi Jinping si erano incontrati per discutere anche della spinosa questione dei dazi. In quella circostanza era emersa la necessità di un confronto tra Stati Uniti e Cina. L’incontro bilaterale si è tenuto durante il G20 in programma nel Giappone. Il governatore della Cina parlò di un «piacevole scambio di opinioni e di un incontro eccellente». La tensione, nonostante alcune situazioni di ripresa nel dialogo, è piuttosto alta. Diversi avvertimenti, da ambo le parti, alle quali adesso si aggiunge quello alla Apple.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.