Valentino Rossi: “Yamaha deve aiutarmi”

Domenica pomeriggio Valentino Rossi ha chiuso al terzo posto il Gp d'Andalusia. E' tornato sul podio dopo un'assenza di 17 gare dalla cerimonia di premiazione.

MotoGP
Valentino

Domenica pomeriggio Valentino Rossi ha chiuso al terzo posto il Gp d’Andalusia. E’ tornato sul podio dopo un’assenza di 17 gare dalla cerimonia di premiazione. “E’ un podio importantissimo, è quasi come una vittoria. Gran parte della stagione 2019 è stata sofferta, dura. La Yamaha mi deve aiutare”.

Le parole di Valentino Rossi

La moto che ho usato fino alla scorsa settimana non era la mia. Non mi trovavo bene con la posizione in curva, concepita per salvare la gomma. Ma io la gomma non la salvo e finivo per andare più piano. Le cose sono cambiate da venerdì, oggi mi sono divertito e sono contento. Aver fatto bene a Jerez con questo caldo mi fa essere ottimista per le prossime gare. Qui, dopo la vittoria nel 2016, dal 2017 ero sempre andato piano”. E’ andata peggio a Marc Marquez che dopo essersi fratturato l’omero la settimana scorsa nella prima gara dell’anno ha provato a rientrare subito ma alla fine si è dovuto arrendere al dolore ritirandosi dopo le prove. La gara è stata vinta da Quartararo che ha quindi concesso il bis volando in vetta alla classifica.

Il futuro in MotoGp

Dobbiamo lavorare ancora, perché non siamo al massimo. Qui ho sofferto negli ultimi 4 giri, nella gara precedente avevo sofferto dall’inizio alla fine. Visto che ci sono e che sarò qui anche il prossimo anno, mi devono aiutare. Ho bisogno che credano in me, abbiamo dovuto lottare 4 giorni per avere quello che volevamo. Quando scendo dalla moto, sono un pilota molto preciso e do indicazioni. Se avessimo mollato, sarebbe stato un altro weekend negativo e magari a quest’ora avremmo avuto voglia di andare al mare. Ci sono tanti veloci, io però una settimana fa pensavo che fosse una gara troppo brutta per essere vera: sarò pure vecchio, però…. La Yamaha ha Quartararo e Vinales che vanno fortissimo. Io ho 41 anni e mi dicono ‘impara a guidare questa moto qui’, è semplice…”. Il centauro di Tavullia l’anno prossimo farà parte del team Petronas, con Morbidelli come compagno di squadra.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.