Serie A, ipotesi campionato diviso su due stagioni

L'emergenza Coronavirus sta avendo pesanti ripercussioni anche sul mondo dello sport e del calcio. La Serie A, alle prese con diversi casi di giocatori contagiati (al momento sono dodici) non si sa ancora se, quando e come riprenderà.

Esultanza dei giocatori della Juventus (Foto: Twitter)

L’emergenza Coronavirus sta avendo pesanti ripercussioni anche sul mondo dello sport e del calcio. La Serie A, alle prese con diversi casi di giocatori contagiati (al momento sono dodici) non si sa ancora se, quando e come riprenderà.

Le parole di Gravina sulla serie A

Si sono fatte diverse ipotesi: dalla non assegnazione dello scudetto ai playoff, fino ad una normale ripresa con chiusura a fine giugno, sfruttando l’eventuale rinvio degli Europei al 2021. Il presidente della Figc Gabriele Gravina, ai microfoni di “Radio anch’io Sport” su Radio Uno ha però parlato di un’altra possibilità. “Non posso escludere nulla. Dobbiamo cercare di programmare con l’idea più ottimista che è quella di portare i campionati a termine. Fra le diverse ipotesi ho preannunciato anche la possibilità di non assegnazione del titolo, di congelamento della graduatoria o del ricorso a playoff e playout. Se non sarà possibile portare a termini i campionati, adotteremo altre decisioni. Non è escluso anche che il campionato di oggi possa essere bilanciato su due stagioni diverse”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.