Serie A, Il Bologna spaventa il Milan, ma i rossoneri passano: Bologna – Milan 2-3

Piatek, Hernandez e Bonaventura lanciano il Milan. Per il Bologna vani l'autogol di Hernandez e il rigore di Sansone.

Una gara pazzesca a Bologna dove si è visto di tutto: un Milan che domina per 60 minuti, un Bologna che per mezzora chiude in area i rossoneri. Gol e polemiche al Dall’ara: Bologna – Milan 2-3.

I rossoneri, costretti a vincere per non perdere il treno europeo, giocano 60 minuti di calcio eccellente – sempre in controllo. I bolognesi, complice l’ingresso di Santander, non mollano e sono abili a tenere viva una gara che sembrava chiusa.

Bologna – Milan 2-3, il racconto

Mihajlovic, tornato in panchina, sceglie l’attacco leggero con Palacio punta sorretto da Dzemaili, Skov Olsen e Sansone. Pioli conferma gli 11 di Parma.

La gara, malgrado la prima iniziativa del Bologna nata da un errore in disimpegno di Hernandez, vede il Milan subito in controllo.

Al minuto 14 la gara si sblocca: Piatek recupera palla al limite dell’area e vince in corpo a corpo con Bani che lo stende. Rigore trasformato dal polacco. Quarto gol per il bomber rossonero, terzo rigore (segnati tutti in trasferta), e ritrova la rete dal match contro il Lecce.

Il Milan resta padrone del campo e arriva alla conclusione con Calhanoglu – tiro strozzato dopo un ottimo appoggio di Kessié.

Il Milan raddoppia, al minuto 32, con una azione spettacolare: dopo un reticolo di passaggi iniziati dal portiere la palla arriva a Suso, al limite dell’area, che serve con un gran passaggio Hernandez che non sbaglia davanti a Skorupsky.

Il Bologna accorcia al 40esimo nel modo più rocambolesco: corner di Sansone ed Hernandez segna un autogol di mano. Match riaperto per 1-2.

La ripresa inizia col Milan ancora in controllo: primo minuto, Piatek tenta il cross respinto dalla difesa; sulla respinta Bonaventura segna il 1-3.

Dopo un’occasione per Piatek murato dalla difesa -e dopo l’ingresso di Santander -, il match gira: il Bologna ci prova con Sansone, Poli e Svamberg. La gara è in mano al Bologna che passa al minuto 81: ingenuità di Hernandez che travolge Orsolini (da poco entrato). L’arbitro in un primo istante non assegna il rigore, ma il VAR lo corregge: Sansone batte Donnarumma.

Malgrado il forcing finale dei felsinei, le occasioni migliori le ha il Milan nel recupero: Due volte Castillejo calcia a lato e all’ultimo istante Hernandez si fa murare dal portiere avversario.

Il Milan vince e tiene viva la speranza europea. Il Bologna recrimina e non riesce a staccare la zona retrocessione.

Il tabellino

MARCATORI15′ PIATEK, 32′ HERNANDEZ T, 40′ HERNANDEZ T (autogol), 47′ BONAVENTURA, 84′ SANSONE N


BOLOGNA (4-2-3-1)Skorupski, Tomiyasu, Danilo Lar, Bani, Denswil, Schouten (46′ Svanberg), Poli, Skov Olsen (78′ Orsolini), Dzemaili (64′ Santander), Sansone N, Palacio
ALL.: Mihajlovic


MILAN (4-3-3)Donnarumma G, Conti, Musacchio, Romagnoli A, Hernandez T, Kessie’, Bennacer (70′ Biglia), Bonaventura (79′ Paqueta’), Suso, Piatek, Calhanoglu (85′ Castillejo)
ALL.: Pioli


Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.