Titolo “razzista” del Corriere dello Sport, Milan e Roma vietano accesso agli inviati

Importante presa di posizione di Milan e Roma dopo il titolo giudicato razzista del Corriere dello Sport: ingresso vietato agli inviati fino a gennaio

Corriere dello Sport

Non tardano ad arrivare le reazioni al titolo di questa mattina del Corriere dello Sport che, in prima pagina ha inserito le immagini di Romelu Lukaku e Chris Smalling, giocatori di Inter e Roma ed ex compagni al Manchester United con il commento “Black Friday” in vista di Inter-Roma in programma domani. Le polemiche non sono mancate, a partire da chi ha ritenuto questo modo di agire razzista, soprattutto in un periodo come quello attuale in cui i club sono impegnati attivamente per combattere questo fenomeno ancora troppo presente in diversi nostri stadi.

Ivan Zazzaroni, direttore del quotidiano già criticato in estate dopo avere rivelato in anticipo la malattia di Sinisa Mihajlovic (a cui è legato da un rapporto di amicizia), è così finito nuovamente nel ciclone. Lui ha comunque provato a difendersi sottolineando di non ritenersi particolarmente pentito e che l’intento non era certamente quello di mettere in evidenza il colore di pelle dei due.

La presa di posizione di Milan e Roma

Il club capitolino e il Milan, una delle prima società ad avere fondato una task force sul tema, hanno però deciso di agire in maniera incisiva. Entrambe hanno infatti deciso di vietare l’ingresso al proprio centro sportivo agli inviati del giornale.

Crediamo che tutti i giocatori, i club, i tifosi e i media – scrivono in un comunicato congiunto le due società – debbano essere uniti nella lotta contro il razzismo nel mondo del calcio ed è esponsabilità di tutti noi essere estremamente precisi nella scelta delle parole e dei messaggi che trasmettiamo. In risposta al titolo “Black Friday” pubblicato oggi dal giornale, la Roma e il Milan hanno deciso di negare al Corriere dello Sport l’accesso ai centri di allenamento per il resto dell’anno e hanno stabilito che i rispettivi giocatori non svolgeranno alcuna attività mediatica con il giornale durante questo periodo. Entrambi i club sono consapevoli che comunque l’articolo di giornale associato al titolo “Black Friday” contenga un messaggio antirazzista ed e’ questa la ragione per la quale sarà vietato l’accesso al Corriere dello Sport solo fino a gennaio. Restiamo totalmente impegnati nella lotta contro il razzismo.

Emtrambi i giocatori coinvolti non hanno nascosto la delusione. Il giallorosso ha fatto appello sul ruolo importante dei giornali e su quanto possano influenzare l’opinione pubblica. “Spero che i redattori coinvolti in questo titolo si prendano le proprie responsabilità e capiscano il potere che hanno attraverso le loro parole e l’impatto che potrebbero avere” – ha detto il difensore. Ancora più lapidario l’attaccante: “E’ il titolo più stupido che abbia mai visto“.