Coronavirus, Guerra: “Si comporta come la Spagnola”

Coronavirus, Guerra: "Si comporta come la Spagnola". Era previsto che quasi sparisse in estate come che tornerà, replica il direttore aggiunto dell'Oms a chi parla di emergenza finita

Coronavirus, Guerra:
Ranieri Guerra

L’epidemia di Sars-Cov-2 “si sta comportando come avevamo ipotizzato” e “il paragone è con Spagnola che si comportò esattamente come il Covid: andò giù in estate e riprese ferocemente a settembre e ottobre, facendo 50 milioni di morti durante la seconda ondata”. E se c’è chi è troppo ottimista, questo parallelo appartiene all’estremo opposto. O almeno così si spera.

Coronavirus, Guerra: “Si comporta come la Spagnola”

Così Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), ad Agorà, su Rai 3, replica alla lettera di esperti che hanno parlato di “emergenza finita“. “Sparendo il virus dalla clinica – dice – sembra tutto sia finito, ma non è così”.

Quanto alla nuova categoria dei ‘debolmente positivi’, precisa Guerra, “non entro nelle classificazioni e definizioni artificiose che colleghi insigni di varie discipline possono fare. Guardo i fatti e i fatti dicono che il genoma del virus è ancora lo stesso e i fatti dicono che l’andamento di una epidemia come questa è ampiamente previsto e prevedibile. C’è una discesa che coincide con l’estate. E’ vero – aggiunge – che le terapie intensive si sono svuotate, ma si sono svuotate come previsto che accadesse e non vogliamo si riempiano di nuovo in autunno. Tutte le precauzioni che stiamo prendendo hanno l’obiettivo di circoscrivere la circolazione del virus quando questa riprenderà”.

Inoltre, conclude, “l’Italia è pronta per vaccinare il 100% della popolazione contro l’influenza, secondo le indicazioni fornite dal ministero della Salute”, ciò che dovrà rendere più veloce l’individuazione dei nuovi casi di positivi al coronavirus.