Coronavirus, l’Agenzia Ue del farmaco: “Minimo un anno per il vaccino”

Coronavirus, l'Agenzia Ue del farmaco: "Minimo un anno per il vaccino". Ma questo è lo scenario più ottimista, dice Marco Cavaleri, responsabile dell'Ema per il settore

Coronavirus, l'Agenzia Ue del farmaco:
Coronavirus, l'Agenzia Ue del farmaco: "Minimo un anno per il vaccino". Ma questo è lo scenario più ottimista, dice Marco Cavaleri, responsabile dell'Ema per il settore

Coronavirus, l’Agenzia Ue del farmaco: “Minimo un anno per il vaccino”. Il vaccino anti coronavirus potrebbe essere pronto in un anno in uno scenario “ottimista”, basandosi sui dati degli studi in corso, ha fatto sapere l’Agenzia europea del farmaco. “Siamo in grado di vedere, se tutto procede come previsto, che alcuni vaccini potrebbero essere pronti per l’approvazione tra un anno” dice Marco Cavaleri, responsabile dell’Ema per le minacce alla salute biologica e la strategia dei vaccini, nel corso di una video conferenza stampa.

Coronavirus, l’Agenzia Ue del farmaco: “Minimo un anno per il vaccino”

“Queste sono solo previsioni basate su ciò che stiamo vedendo. Ma ancora una volta devo sottolineare che questo è uno scenario nel migliore dei casi, sappiamo che non tutti i vaccini che entrano in sviluppo poi arrivano all’autorizzazione”, aggiunge, sottolineando che “sappiamo anche che potrebbero esserci ritardi“. L’Ema era peraltro “un po’ scettica” sulle notizie secondo le quali un vaccino potrebbe essere pronto già a settembre. L’agenzia europea, con sede ad Amsterdam, ha anche sminuito i timori espressi dall’Organizzazione mondiale della sanità sul fatto che il virus “potrebbe non andare mai via”. “Penso che sia un po’ presto per dirlo, ma abbiamo buone ragioni per essere sufficientemente ottimisti che alcuni vaccini ce la faranno“, secondo Cavaleri. “Sarei sorpreso se alla fine non avessimo alcun vaccino per Covid-19″.