Mantovani: “È ancora pericoloso cantare vittoria”

L'immunologo Alberto Mantovani, direttore scientifico dell'Istituto Humanitas e professore emerito dell'Humanitas University, ha rilasciato un'intervista a La Repubblica.

Coronavirus, lo studio: fine contagi in Italia a maggio?
Il coronavirus Covid-19

L’immunologo Alberto Mantovani, direttore scientifico dell’Istituto Humanitas e professore emerito dell’Humanitas University, ha rilasciato un’intervista a La Repubblica.

Le parole di Mantovani

Siamo sulla strada giusta. Ma credo sia ancora pericoloso cantare vittoria, perché abbiamo a che fare con un nemico che non conosciamo. E perché le partite si vincono sempre al novantesimo. Si deve continuare così, con le misure draconiane in atto. Tanto al Nord, più colpito finora, quanto al Sud: in un secondo momento potremo ragionare su come mitigare il contenimento, ma non ancora”.

Ricerca sul Coronavirus

Dal punto di vista della ricerca, un fronte da esplorare è quello della immunità e degli anticorpi: il più grande esperto al mondo di coronavirus, Ralph Baric, anche sulla base dell’esperienza della Sars ritiene che il Sar-CoV-2 lasci una traccia immunologica nel nostro organismo almeno per un arco che va da 6 a 12 mesi. È dai saggi degli anticorpi ossia dalla loro misurazione, che si potrà iniziare a tracciare il virus nella popolazione. Dal punto di vista epidemiologico, ma non solo”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.