Capelli rossi, svelate le otto varianti genetiche che li determinano

I ricercatori dell'Università di Edimburgo svelano il "mistero" dei capelli rossi.

Capelli rossi
Svelate le otto varianti genetiche.

Svelate le otto varianti genetiche dei capelli rossi. Contrariamente a quanto si riteneva fino ad ora, gli scienziati hanno scoperto che la tonalità rossa dei capelli non sarebbe dovuta all’azione di un singolo gene, ma da ben otto varianti genetiche diverse. È quanto emerge da uno studio pubblicato su ‘Nature Communications dai ricercatori britannici dell’Università di Edimburgo, basato sull’analisi del Dna di quasi 350.000 persone raccolto dalla Biobank del Regno Unito.

“In precedenza si credeva che i capelli rossi fossero dovuti all’influenza del solo gene Mc1r, ereditato in due versioni, una dalla mamma e una dal papà. Ma nonostante tutte le persone con i capelli rossi possiedano due copie della versione di Mc1r  non tutti coloro che sono portatori della doppia versione del gene hanno chiome fulve” spiegano i ricercatori.

Pertanto si è ipotizzato che questa tonalità potrebbe essere il risultato del coinvolgimento di altri geni. Partendo da questo presupposto, gli studiosi hanno messo a confronto il Dna di persone con i capelli rossi e quello di individui con capelli castani o neri. Hanno così identificato otto differenze genetiche precedentemente sconosciute. Alcuni di questi geni sarebbero anche in grado di controllare l’attivazione o lo “spegnimento” del gene Mc1r. I ricercatori sono inoltre riusciti a individuare 200 differenti mutazioni genetiche responsabili di altre gradazioni di colore, dal moro al castano scuro, fino al biondo.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.