Identificata a Verona la molecola che ostacola le terapie contro i tumori

Scoperto dall'Università di Verona il ruolo imprevisto della proteina c-FLIP, quella che controlla il ciclo cellulare prevedendo la morte delle cellule a seguito di danno.

Università degli Studi di Verona, identificata molecola che ostacola le terapie contro i tumori

È stata identificata dall’Università di Verona la molecola che ostacola l’efficacia delle terapie contro i tumori. Scoperto il ruolo imprevisto della proteina c-FLIP, quella che controlla il ciclo cellulare prevedendo la morte delle cellule a seguito di danno. In situazioni patologiche, quali l’insistere di tumore, si assiste a un’anormale espressione di questa proteina nelle cellule mieloidi monocitarie, limitando gli effetti positivi dell’immunoterapia. In queste cellule c-FLIP promuove l’acquisizione di funzioni immuno-inibitorie. Lo studio ha anche rivelato come la quantificazione dei monociti c-FLIP positivi sia un parametro essenziale in grado di predire l’aggressività del tumore pancreatico.

La collaborazione la base della scoperta

Alla ricerca hanno contribuito Alessandra Fiore, oggi ricercatrice al Max Planck Institute di Monaco di Baviera come vincitrice della borsa Airc per l’estero 2017, Stefano Ugel, primi autori dello studio, Francesco De Sanctis, Sara Sandri, Rosalinda Trovato, Giulio Fracasso e Silvia Sartoris.

ne parliamo in pausa pranzo

Lo studio ha richiesto molta attività di collaborazione scientifica con gruppi di ricerca sia dell’ateneo scaligero, quali il laboratorio di Ricerca oncologica e il centro di ricerca applicata Arc-Net, che di altri atenei italiani quali l’università di Padova, l’università di Perugia, l’università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara e l’università di Modena e Reggio Emilia.

Commenta su Facebook
Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.