Migranti positivi, Gasparri vuol mandare in galera Sea Watch

Migranti positivi, Gasparri vuol mandare in galera Sea Watch perché non si cura della prevenzione contro il 'cinavirus': dice così il senatore di Fi

Migranti positivi, Gasparri vuol mandare in galera Sea Watch. “È allarmante e sconfortante che delle Ong, mentre nel nostro paese sono state imposte, e vigono ancora in parte, severe misure per contenere il cinavirus, si dedichino ad un illegale traffico di clandestini che espone l’Italia a ulteriori e gravi pericoli sanitari”.

Migranti positivi, Gasparri vuol mandare in galera Sea Watch

Lo dice il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, in relazione ai 28 migranti salvati dalla Sea Watch e positivi al Sars-Cov-2, ora sistemati sulla nave quarantena Moby Zazà. “La condotta di Sea Watch è temeraria e come sempre illegale. Questa gente va affrontata con decisione e con le necessarie sanzioni. Aiutano chi sfrutta la disperazione di tanti organizzando una lucrosa tratta di persone e espongono l’Italia a nuove epidemie. – continua Gasparri – Se un cittadino qualunque facesse cose del genere finirebbe in galera. E perché questi non sono ancora in cella? Che fanno governo e magistrati? Anche loro sono passibili di sanzioni visto che non difendono la salute pubblica. Basta Ong. Basta trafficanti. Basta clandestini. In galera chi attenta alla vita degli italiani e chi guarda inerte”.